Strage di Alcamo Marina, il Comando provinciale ricorda il sacrificio dei carabinieri Apuzzo e Falcetta

I due militari furono uccisi nel sonno nella caserma della località balneare

Ricordato dall’Arma dei Carabinieri il 45° anniversario della strage di Alcamo Marina in cui furono uccisi l’appuntato Salvatore Falcetta e il carabiniere Carmine Apuzzo.

In quella notte del 27 gennaio 1976 il diciannovenne Apuzzo, originario di Castellammare di Stabia (Napoli), e il trentacinquenne Falcetta, di Castelvetrano, furono sorpresi nel sonno nella casermetta “Alkamar” da soggetti tuttora rimasti ignoti.

Per esigenze legate all’attuale pandemia di coronavirus, la cerimonia in onore dei due militari non è stata celebrata, come avveniva negli anni precedenti, ma l’Arma non dimentica il sacrificio dei suoi uomini. Dal Comando provinciale di Trapani è stata inviata una nota a tutte le Articolazioni del territorio provinciale con la quale viene ricordato il tragico evento.