Spaccio di stupefacenti, minorenne collocato in comunità

Dopo il primo arresto era stato riaffidato ai genitori

Era stato arrestato lo scorso mese di luglio dai Carabinieri che, durante controlli su soggetti sottoposti a misure cautelari, lo avevano sorpreso – nascosto nel locale caldaia di un immobile – mentre confezionava sostanze stupefacente e, su disposizione del giudice, riaffidato ai genitori.

Adesso, per un minorenne trapanese, si sono aperte le porte di una comunità dopo che il giovane, come documentato dai militari dell’Arma, avrebbe continuato nella sua attività illecita.
In occasione del primo arresto era stato trovato in possesso di circa 30 grammi di crack, 25 grammi di hashish e circa 700 euro in banconote di vario taglio.

Il giudice che, valutati gli ulteriori elementi raccolti dagli investigatori, ha deciso di disporre la collocazione in comunità, provvedimento eseguito dai Carabinieri.

Fileccia v/s Barbara, polemica a suon di “Pop Fest” [AUDIO e VIDEO]

Barbara "In estate tornerà la ruota panoramica", Fileccia "Se è così, la prossima festa di capodanno la organizzo io!"
Dal 4 maggio a Palazzo Florio, sede della Biblioteca comunale
Gli emiliani giocheranno nel tabellone di Trapani ai playoff
Il documentario mostra il filo che lega l'industria della carne, le lobby e il potere politico in Europa

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Ha lo scopo di far incontrare e interagire operatori del settore turistico locale
L’iniziativa mira a rendere accessibile il patrimonio artistico e archeologico a tutti i cittadini
Aldo Caradonna aveva ricevuto un avviso di garanzia in relazione alle Amministrative del 2022
Gli aiuti della Regione, a fondo perduto, sono rivolti alle associazioni e alle società sportive dilettantistiche
"Le nuove prescrizioni al progetto vanno nella direzione delle criticità che avevamo denunciato"