Spacciatore tradito dalla “Zona rossa”: i Carabinieri arrestano un 34enne a Salemi

Fermato allo svincolo dell’A29 per Salemi, ha detto di aver sbagliato la strada per tornare a casa

Quando i Carabinieri di Salemi gli hanno chiesto cosa ci facesse in quel territorio – dove non poteva trovarsi a causa delle restrizioni per l’emergenza Coronavirus – ha detto di essersi confuso sulla strada per tornare a casa ma il suo eccessivo nervosismo a indotto i militari ad approfondire il controllo.

Passando al setaccio la sua auto sono stati, infatti, rinvenuti 14 grammi di cocaina, 2 panetti di hashish – del peso complessivo di 90 grammi – e alcuni grammi di marijuana.

A finire in manette un uomo di 34 anni, residente a Villabate ma domiciliato a Balestrate, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I Carabinieri lo avevano hanno fermato allo svincolo dell’A29, nel territorio comunale di Salemi, per un normale controllo. Dai documenti è emerso che l’automobilista, già gravato da diversi precedenti di polizia riguardanti reati legati al traffico di sostanze stupefacenti, era residente Villabate ma domiciliato a Balestrate, dove risulta vivere.

Al termine delle formalità di rito è stato posto ai domiciliari in attesa del rito direttissimo. Il giudice, nel corso dell’udienza, ha convalidato l’arresto applicando la misura cautelare degli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico.