Sospeso il collegamento via mare tra Mazara e Pantelleria

I sindaci hanno invitato una nota congiunta alla Regione Siciliana per chiedere che il collegamento tra Mazara e Pantelleria sia stabile, continuo e non più sperimentale

Un nuovo stop. Questa volta, sembra, definitivo: la società Caronte & Tourist attraverso un messaggio inviato al sindaco di Mazara del Vallo, ha comunicato che a causa di un guasto alla nave Sansovino in servizio alle Pelagie ha dirottato in quella tratta la nave Pietro Novelli che era invece dedicata al collegamento marittimo sperimentale Mazara-Pantelleria sospendendo temporaneamente il collegamento Mazara-Pantelleria e viceversa che era stato attivato il martedì e giovedì.

I sindaci di Mazara del Vallo e Pantelleria non hanno preso bene la notizia e hanno invitato una nota congiunta alla Regione Siciliana per chiedere che il collegamento tra Mazara e Pantelleria sia stabile, continuo e non più sperimentale.

“Questo collegamento incerto e a singhiozzo tra Mazara-Pantelleria, attivato in forma sperimentale dalla Regione a mezzo della M/N Pietro Novelli gestita dalla Caronte & Tourist – lamentano i sindaci – così com’è adesso non funziona e provoca soltanto disservizi all’utenza. È assolutamente necessario – sottolineano – che l’Assessorato alle infrastrutture regionale proceda con urgenza al bando di gara per l’affidamento definitivo del servizio della tratta. Non è più accettabile questa formula ‘sperimentale’ che sta provocando enormi disagi e malcontento tra cittadini, operatori, turisti e viaggiatori”.

Per i primi cittadini di Mazara del Vallo e Pantelleria “La gara per l’affidamento pluriennale della tratta è l’unica via risolutiva e necessaria, a garanzia di svolgimento del collegamento e che darà anche la possibilità di programmare, promuovere, organizzare i servizi annessi con largo anticipo. Soprattutto impedirà – aggiungono – che la tratta possa essere oggetto di continue sospensioni da un momento all’altro senza che le due amministrazioni comunali possano fare nulla. Non è più accettabile – dicono Quinci e Campo – ritrovarsi ancora in prima linea a spiegare i disservizi di un collegamento soggetto a continui cambiamenti e di cui le due amministrazioni non hanno né responsabilità, né controllo e né spazi di gestione. Serve subito stabilità e continuità al collegamento – concludono – altrimenti non è vantaggioso andare avanti con un servizio a singhiozzo sempre in bilico tra la partenza o lo spostamento su altri fronti”.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Nell'ambito di un accordo stipulato dalla Regione Siciliana
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"