Sindaco di Campobello su scoperta abitazione Messina Denaro: “Amarezza e incredulità”

"Ma non abbiamo perso: lo Stato ci ha dimostrato che la mafia si può e si deve sconfiggere"

«Non posso negare una grande amarezza e tanta incredulità nell’aver appreso che, negli ultimi mesi della sua latitanza, Matteo Messina Denaro ha vissuto proprio a Campobello, in mezzo alle tante persone perbene che oggi, come me, non potranno che sentirsi mortificate e sconfitte. Non abbiamo perso, però: lo Stato ci ha dimostrato che la mafia si può e si deve sconfiggere».

Così il sindaco Giuseppe Castiglione ha commentato dopo la scoperta, da parte dei Carabinieri del Ros dell’abitazione in cui il boss di Castelvetrano, arrestato ieri a Palermo, ha vissuto negli ultimi mesi.

Stamattina il primo cittadino è intervenuto al flash mob che si è tenuto nel piazzale davanti la scuola media “Pirandello”, in piazza Addolorata, alla presenza del presidente del Consiglio comunale, della Giunta e dei consiglieri comunali, della dirigente scolastica Giulia Flavio e dei rappresentanti delle associazioni Avel, Gandhi, Fidapa e Avis. Sono stati tanti gli alunni delle scuole cittadine che hanno gridato un forte NO alla mafia, inneggiando alle forze dell’Ordine.

«È su di voi, ragazzi, che riponiamo tutte le nostre speranze per un futuro diverso per la nostra Campobello. Non siate omertosi, non nascondete la testa sotto la sabbia, abbiate fiducia nello Stato e improntate la vostra vita al rispetto della legalità. Aiutateci – ha detto il sindaco – a cambiare la mentalità, a dare veramente una svolta a questa terra, perché se la cattura di Matteo Messina Denaro, oggi, rappresenta un fatto storico da festeggiare, è anche vero che per sconfiggere la mafia serve tanto altro. Serve uno sforzo comune, che deve partire da tutti, ma principalmente da voi, cari ragazzi. Aiutiamo le Forze dell’Ordine a sconfiggere quest’altro cancro che, purtroppo, ancora una volta, ha colpito il nostro paese, con la speranza che l’arresto di Matteo Messina Denaro possa davvero mettere un punto definitivo a questo triste e amaro capitolo. Tutti insieme, dunque, ringraziamo lo Stato, la Magistratura e tutte le forze dell’Ordine per l’impegno quotidiano incessante che ha portato a questo straordinario arresto, facendo, negli anni, terra bruciata intorno alla rete dei fiancheggiatori».

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
In questa data si celebrano la fine dell'occupazione nazifascista e la Resistenza
Forgione: "Il mondo deve ripudiare la guerra sempre e comunque"
Dal 26 al 29 aprile nel centro storico cittadino
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
La sentenza con la formula “perché i fatti non costituiscono reato”
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino