venerdì, Marzo 1, 2024

Si amplia il progetto “Città dei venti e dei mulini a vento”

Aderisce anche il Comune di Petrosino

“Il vento che tanto accompagna la nostra quotidianità può diventare anche elemento di attrazione turistica, fattore di promozione del territorio”. Lo dichiara il Sindaco di Petrosino, Giacomo Anastasi, motivando la scelta della Giunta Municipale di concedere il gratuito patrocinio al progetto “Città dei venti e dei mulini a vento”, con delibera numero 15 del 27 gennaio 2023.

Dopo il Comune di Marsala, anche quello di Petrosino aderisce dunque all’ambizioso progetto ideato dall’Asd Città dei Venti – presieduta da Maurizio Pantaleo – che ambisce a creare una rete sinergica tra le città, italiane e non, in cui la risorsa vento favorisce l’esercizio di sport outdoor come la vela e il kitesurf, al fine di creare itinerari turistici ad hoc, collaborazioni e gemellaggi.

“Il nostro progetto – racconta Maurizio Pantaleo – comincia a prendere forma e sostanza. Petrosino è il secondo Comune dopo quello di Marsala che vi aderisce. Attendiamo risposte anche dalle città di Castelvetrano, Mazara del Vallo e Castellammare del Golfo, e ci stiamo attivando per avere l’adesione anche da comuni fuori dalla Sicilia, come quello di Torbole sul Garda”.

L’idea è quella di creare sviluppo attraverso la promozione di un turismo sportivo che non conosce stagioni, e che solo nella Riserva naturale dello Stagnone di Marsala attira ogni anno turisti da tutto il mondo.

“Siamo consapevoli di pensare in grande – dice ancora Pantaleo – ma crediamo che ci siano tutti i presupposti per fare rete e promuovere territori che sono anche privilegiati spot per gli sport all’aria aperta, e a cui si affezionano sempre più cittadini e turisti”.

Nella proposta progettuale si legge per esempio del Premio Città dei Venti, del Festival dei Mulini a Vento, di fiere nazionali ed internazionali ad hoc, anche per promuovere stili di vita sani e votati alla sostenibilità, di una conferenza annuale in una città tra quelle che entreranno a far parte del network.

“Un progetto come questo – commenta ancora il Sindaco di Petrosino – può essere soprattutto occasione di incontro tra realtà diverse, ma simili, tutte comunque accomunate da un’idea di sviluppo che non consuma il territorio, che non ferisce i paesaggi, ma li pensa come parte integrante di un’accoglienza turistica sostenibile. Petrosino aderisce con entusiasmo e si propone come un anello di questa rete che spero possa essere ampia e rappresentare realtà anche diverse e geograficamente distanti».

Anche i privati possono aderire al progetto: http://www.cittadeiventi.com/.

Esultanza Trapani. Foto: Joe Pappalardo

Provinciale sotto i riflettori: in serale le partite di Imolese e Siracusa [AUDIO]

L'inizio delle due sfide è previsto per le 20:30, per il ritorno di Coppa Italia cambia anche la data
Un'occasione per riscoprire il valore della cura delle persone, degli altri e del nostro pianeta
Si tratta di "Villa Favorita" a Marsala e "La Clessidra" a Salemi
Stasera la veglia nella chiesa di San Giovanni Battista a Trapani.
Le criticità riguardano l’Area Funzionale Urbana (FUA) della Sicilia occidentale
L'inizio delle due sfide è previsto per le 20:30, per il ritorno di Coppa Italia cambia anche la data
Diffusi i dati sul ritorno economico nel territorio generato dall'aeroporto

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
L'assessore Aricò: «Sostegno alle amministrazioni locali per crescita e sviluppo»
Nei prossimi giorni la decisione del gup del Tribunale di Trapani
Presenti anche gli sportivi del Trapanese destinatari delle benemerenze CONI consegnate lo scorso dicembre
Coinvolte dodici persone che si occuperanno della cura del Verde a Favignana
"Impossibile garantire alla comunità una regolare distribuzione idrica con mezzi alternativi"