Segherie abbandonate di Rio Forgia, il Comitato operatori turistici di Valderice chiede intervento del Comune

"Le aree non sono adeguatamente recintate e sono un pericolo per chi vi accede"

Gli operatori turistici del territorio di Valderice chiedono che l’amministrazione comunale si attivi in maniera celere per rimuovere una situazione di pericolo presente in contrada Rio Forgia: si tratta degli immobili un tempo sede di segherie, ormai abbandonati, che sono in condizioni fatiscenti e le cui aree non sono adeguatamente recintate. “Un grave pericolo – sottolineano dal Comitato – per i ragazzi che, imprudentemente, vi accedono”.

Gli operatori di recente si sono costituiti in un Comitato, che ha sede al Fondo Autieri di contrada Sant’Andrea. Ne è presidente Tonino Peddi, affiancato dal vice Michele Monreale e dalla segretaria Concetta Venere Incandela. I consiglieri sono Nicolò La Commare, Maria Angela Genova e Orazio Mazzara con funzione di tesoriere.

Il Comitato non ha colore politico e intende coadiuvare l’amministrazione comunale nell’opera di valorizzazione e promozione del territorio ai fini turistici e a beneficio dei residenti, individuando le criticità e le azioni utili alla loro rimozione. Tra i suoi scopi ci sono anche quelli di organizzare occasioni di intrattenimento e di allestire un punto di informazione turistica.

Al Comitato possono aderire non solo tutti coloro che forniscono servizi di ricettività, ristoratori, noleggio gommoni, escursioni, ecc., ma anche i cittadini che intendano sostenere l’iniziativa. Tutti con un unico obbiettivo: avere una comunità fruibile per i residenti e con un’offerta turistica che invogli gli ospiti a tornare.

Il primo atto del Comitato è stato quello di inviare al sindaco Francesco Stabile una nota contenente i punti ritenuti salienti per una crescita dell’offerta turistica, fornendo spunti di miglioramento anche in base alle sollecitazioni degli ospiti delle strutture ricettive.

“Chiediamo al sindaco di Valderice – dice il presidente Peddi – di essere convocati per istituire un tavolo di lavoro e individuare le azioni comuni da porre in essere in uno spirito di proficua collaborazione”.

Andrea Devicenzi e Lombardo Bikes sulla strada del Blues [AUDIO]

Il viaggio in bicicletta porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Annarita Porcelluzzi, prima donna al comando di un'unità della Guardia Costiera
Roberto Salis ricevuto in forma privata a Palazzo d’Alì
“Ancora una volta il centrodestra gioca a mistificare la realtà sulla pelle dei cittadini"
Finisce 0-2 a Gavorrano e il Trapani Calcio conquista il suo secondo obiettivo stagionale
Il viaggio in bicicletta porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Per realizzare, adeguare o ampliare la viabilità al servizio delle aree rurali e delle aziende agricole
Assegnati oltre 3 milioni di euro dal Ministero per realizzare le strutture a Bosco e ad Amabilina

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
"La corsa contro il tempo per inserire l'opera nell'Accordo di sviluppo e Coesione –FSC è seria e impegnativa"
Petit, nome d’arte di Salvatore Moccia, giovane artista classe 2005, finalista dell’edizione 2023 di “Amici” che ha appena pubblicato “PETIT”, il primo EP omonimo