Sanità trapanese, cronaca “marziana” di un ricovero

Attesa di 16 ore per il ricovero di una disabile, Covid positiva, con polmonite

“Cronache Marziane (a noi Bradbury ci fa un baffo!) Sessantanovenne ammalata di sclerosi, affetta da Covid, con preesistente bronchite e dubbio di polmonite, dopo una settimana di cure non risolutive a casa viene calorosamente invitata dai medici dell’Unità di Continuità Assistenziale a chiamare il 118 e recarsi al Pronto Soccorso per gli approfondimenti del caso”.
Così esordisce la segnalazione giuntaci da un lettore e la pubblichiamo integralmente, con l’auspicio che giunga allo sguardo di chi di competenza.

“Il 118 chiamato alle 9 e 49 – prosegue il cittadino – si presenta ‘tempestivamente’ verso mezzogiorno e, senza visitare l’ammalata e stilare il relativo verbale, si precipita all’ospedale dove effettua il triage con l’infermiere preposto riferendo: ‘febbricola e lieve difficoltà respiratoria in paziente covid positiva e con sclerosi multipla’. Il lavoro congiunto del medico del 118 e dell’infermiere incaricato del triage partorisce, alle 12.28, un codice, ovviamente, verde (suvvia, e che sarà mai una bronchitella con Covid su una sessantanovenne disabile grave come da verbali Inps con sclerosi a placche esordita da 34 anni e diagnosticata da 27 anni?). Purtroppo la disabile grave non ha il controllo delle mani e di altre funzioni corporee ma l’accompagnatore è inibito dall’entrare nella sala dove la donna viene ‘solertemente’ parcheggiata e lasciata alle cure del lettino”.

“Facendo un passo indietro – continua il cittadino – la misura ha una sua logica, infatti il primo provvedimento dell’UCA, appena informata dal medico di famiglia della positività, è stato quello di disporre l’isolamento (purtroppo hanno però dimenticato che un disabile grave, sulla Terra – su Marte non so – non può autonomamente compiere gli atti quotidiani della vita). Dopo insistenze accese e reiterate con infermieri vari che non sortiscono effetto alcuno, finalmente l’accompagnatrice di un’altra disabile grave già presente in stanza apre la porta e permette l’accesso dell’accompagnatore (su Marte è così che funziona) e la disabile può bere.
Non vi voglio tediare ulteriormente per questa sera, scrivo in diretta e mi sono commosso perché mi hanno comunicato, circa mezz’ora fa, che avrebbero subito provveduto a portare la paziente in radiologia per una TAC. Al momento non ho ancora parlato con un medico, solo con infermieri, ma su Marte sono molto meglio. Dalla Lunae Mensa è tutto”.

Fin qui il messaggio recapitato ieri sera nella posta della nostra redazione. Di stamane l’aggiornamento
“C.V.D., che può sembrare Covid ma anche… Come volevasi dimostrare: dopo la rituale accettazione con codice verde partorita dalla mente acuta di un solerte infermiere acuta…mente assistito da un medico scienziato – e che c… odice vogliamo assegnare a una rompiballe di 69
anni affetta da 35 anni da sclerosi multipla a placche, con Covid da 7 giorni 7, febbricola (sic!), qualche lieve, ma proprio lieve, eh (tanto ha una muscolatura lombodorsale ipersviluppata vista la sm) difficoltà respiratoria con bronchite certa e sospetta polmonite possibilmente sia virale che batterica? – dopo 15 (quindici, sì quindici) ore di attesa senza terapia farmacologica né ossigenoterapia, scrupolosamente somministrata in regime casalingo (fino all’atterraggio sul pianeta caro a Ray) ecco cbe la TAC, con un coup de théâtre inaspettato (ma va!?!?) evidenzia una bella polmonite di origine batterica con sovrapposizione virale (versavice o viceversa, scegliete quel che vi aggrada) e allora, solertemente, dopo 16 ore si invita al ricovero nelle more della consulenza pneumologica che verrà effettuata, si spera, in presenza di vento a favore, mare calmo e temperatura dell’acqua a 22° C, entro le 24 h dal ricovero con codice verde. E da Marte per ora è tutto”.

Intanto, giunge notizia che – da questa settimana – entrerà in attività, per raccogliere i racconti e le lamentele dei siciliani per i tanti disservizi che costellano il sistema sanitario regionale, il sito web SOSsanitasiciliana.it.

L’iniziativa, sarà presentata domani all’Ars dal gruppo dei deputati M5S e si propone di raccogliere le segnalazioni degli utenti, spesso inascoltati dalle istituzioni, per permettere ai parlamentari Cinquestelle di individuare le maggiori criticità del settore e consentire loro di proporre al governo le possibili soluzioni.

Trapani: Tore Fileccia ci parla di acqua e di ATM [AUDIO]

Per la partecipata, nulla di fatto nell'ultimo consiglio comunale, mentre per l'acqua i revisori decidono per il debito fuori bilancio
Ecco i comunicati stampa che maggioranza e opposizione hanno diffuso per i cittadini trapanesi
Per la partecipata, nulla di fatto nell'ultimo consiglio comunale, mentre per l'acqua i revisori decidono per il debito fuori bilancio
Disposti il divieto di avvicinamento e il sequestro preventivo di 174.350 euro
L’iniziativa è organizzata dal Comune, con la collaborazione di 50 attività commerciali
“È meglio che faccia da solo” è un vero e proprio varietà moderno, in tour nei più importanti teatri e piazze italiane

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Questo progetto collettivo è il risultato di un intenso anno di riflessione e ricerca da parte di 41 fotografi contemporanei
Per presentare le loro candidature nell'ambito di progetti a beneficio di persone in difficoltà economiche
A carico dei due sono risultate anche due condanne per diversi reati
"Abbiamo sopperito all'incidente tecnico amministrativo. Per i blackout Enel stiamo pensando ai gruppi elettrogeni"