Sanità in Sicilia, i sindacati: «Piena disponibilità a collaborare con Assessorato alla Salute per ridurre liste di attesa 2023»

In rappresentanza delle strutture sanitarie accreditate e contrattualizzate con il Servizio sanitario regionale

«Siamo disposti a una fattiva collaborazione con l’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana e a dare la nostra disponibilità al dialogo finalizzato all’abbattimento totale delle liste di attesa per l’anno 2023 che, attualmente, coinvolgono le strutture ospedaliere pubbliche in Sicilia».

Così dichiarano i rappresentanti sindacali regionali di Acap-Salute, Amsa-Fkt, Anisap-Sicilia, Assocesis-Andiar, Confsanità-confcommercio, Federbiologi, Fesiop-Fkt, in rappresentanza delle strutture sanitarie accreditate e contrattualizzate con il Servizio sanitario regionale e che erogano prestazioni sanitarie su tutto il territorio siciliano, a minor costo.

«Le strutture sanitarie suddette – continuano i rappresentanti sindacali – già negli anni scorsi e soprattutto durante la pandemia da Coronavirus, hanno reso prestazioni in extra budget contribuendo all’abbattimento delle liste di attesa in tutto il territorio regionale essendo, le stesse, presenti in maniera capillare anche in zone più disagiate del territorio».

«Ancora oggi – concludono i sindacati – stiamo aspettando i risultati dell’accordo stipulato tra l’intersindacale e l’Assessore alla Salute il 5 aprile di quest’anno. Un primo decreto dell’utilizzo dei 21 milioni, come concordato, è stato pubblicato il 16 giugno, manca ancora il decreto attuativo relativo ai 7,5 milioni di euro destinati alle liste di attesa da utilizzare a pieno, per remunerare le prestazioni già eseguite ai cittadini siciliani dalle strutture che hanno contribuito ad abbattere le liste di attesa per l’anno 2022 in extra budget. Senza questo ulteriore decreto, viene vanificato l’accordo del 5 aprile tra le sigle sindacali e l’Assessorato. Auspichiamo che nei prossimi giorni, nei tavoli tecnici già convocati per tutte le branche, venga confermata tale volontà e che venga definita la riprogrammazione del 2023».

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia
La notizia è stata comunicata durante una riunione alla Prefettura di Trapani
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"