San Vito Lo Capo, dal 23 giugno seconda edizione del Festival di circo contemporaneo “Naviganti”

Il festival è patrocinato e organizzato dal Comune di San Vito Lo Capo in collaborazione con Cantiere 7, sotto la direzione artistica di Riccardo Strano

Più di 25 spettacoli gratuiti in tre giorni tra acrobati che volteggiano a nove metri da terra, circensi, equilibristi e giocolieri, il tutto all’interno dell’incantevole cornice di San Vito Lo Capo in provincia di Trapani.

Torna per la seconda edizione il Festival di circo contemporaneo “Naviganti”, con un carico di magia per catapultare gli spettatori in un mondo incantato. Naviganti arricchisce la proposta culturale del borgo marinaro in provincia di Trapani da venerdì 23 fino a domenica 25 giugno.

Sei le compagnie tra internazionali e nazionali che si alterneranno per cinque piazze: villetta Faro, piazza Santuario, lungomare del Cous cous, piazza Marinella, piazza Girolamo Cusenza a partire dalle 19 di venerdì, quando con una entrata in parata gli artisti prenderanno possesso del Borgo Marinaro e per tre giorni lo sconvolgeranno mettendolo sottosopra, ma prima di andare metteranno tutto a posto! Hanno promesso. Saranno tre giorni di nasi all’insù e di bocche spalancate per lo stupore, di applausi, di sorrisi.

Per tutti e tre i giorni gli spettacoli partiranno dalle 19 e si alterneranno a ripetizione nelle cinque piazze fino a mezzanotte circa, la giornata clou sarà il sabato con tutti e sei gli spettacoli in scena.

Anche quest’anno il festival è patrocinato e organizzato dal Comune di San Vito Lo Capo in collaborazione con Cantiere 7, e sotto la direzione artistica di Riccardo Strano, che porta in Sicilia come compagnia di punta, le “Wise Fools” composta da tre artiste internazionali, una finlandese, una sudafricana e una francese, che hanno anche lavorato al Cirque du Soleil e vinto numerosi premi internazionali. Il loro spettacolo aereo si preannuncia mozzafiato. Il titolo dello spettacolo è “Traspheze”, ha già girato il mondo raccontando l’incontro di tre personalità diverse tutte che raggiungono la loro massima espressione in aria. Un’energia esplosiva al femminile tra evoluzioni al trapezio triplo, corda volante e tanto umorismo.

“Naviganti, così come l’infrangersi delle onde del mare, – dice Riccardo Strano, direttore artistico di Naviganti – è un festival capace di trasformare la scena innescando emozioni attraverso le diversità stilistiche degli artisti di circo contemporaneo che, seguendo le correnti, approderanno a San Vito Lo Capo. Il festival si fà strada tra un pubblico policromo e molteplici linguaggi artistici che creano una narrazione capace di lasciarci un sentimento comune indelebile”.

Tra gli artisti ad esibirsi, ci saranno anche gli italiani “Brigata Totem”, con lo spettacolo al palo cinese “HOBO”, un omaggio alla strada, alla bellezza del cambiamento e all’irrazionalità. Un semplice momento di vita reale, in cui i pensieri di un uomo incontrano l’istinto del suo cane HOBO. Una stupefacente, poetica ed acrobatica esperienza intrecciata con improvvisazione comica che lascia tutti con un sorriso.

Ci sarà anche la compagnia di teatro e circo acrobatico argentina “Atope”, con lo spettacolo “Shhh!”. Lilah e Pirucho, due personaggi che parlano al pubblico attraverso il corpo, l’acrobazia e la pantomima con l’intento di condividere un momento indimenticabile e universale.

“Il nostro intento era quello di arricchire la proposta culturale di uno dei borghi marinari più incantevoli e ospitali della Sicilia. – dice Sheila Melosu, presidente di Cantiere 7 – Ed anche quest’anno, Naviganti apre una finestra di circo contemporaneo a cui turisti residenti e naviganti di ogni dove sono invitati! Grazie alla presenza di artisti provenienti da tutto il mondo, con oltre 25 spettacoli e un’indimenticabile aria di festa siamo pronti ad intrattenere per tutto il weekend il pubblico in giro per le piazze!”.

E ancora il “Circo Ramingo” con lo spettacolo “Stop!”. L’artista italiano, una volta in scena, tra incalzanti gags comiche ed intensi numeri tecnici, accompagna il pubblico in un crescendo di risate e adrenalina. Manipolazione di scope, cappelli e monociclo acrobatico, sono solo alcuni dei numeri che allieteranno gli spettatori prima del gran finale.

Poi ci sarà il giocoliere Gianmarco con il suo “Ci vuole calma”, spettacolo di clownerie e mimo la cui peculiarità sta nell’apparenza che inganna: la sua apparente eleganza e sofisticatezza sarà presto minata dal primo, dal secondo imprevisto, fino a mostrarsi umano e primordiale… stupido!

L’ultimo artista è “Giorgioliere” con lo spettacolo “Aporia”, un incontro con l’arte di strada come non l’avete mai vista, Uno spettacolo atipico ed innovativo. L’agilità e la versatilità, l’atmosfera elegante e al contempo comica ed assurda lo rendono adatto a tutte le età.

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
L'indagine riguarda un intero nucleo familiare, radicato nel quartiere San Giuliano
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
Dopo le Irregolarità rilevate da Polizia Municipale e NAS
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino