Salemi, l’operaio morto nella pala eolica non indossava casco e imbracatura

Sull'incidente indaga la Procura della Repubblica di Marsala

Giuseppe Carpinelli, l’operaio 33enne morto dentro una pala eolica a Salemi, non indossava né casco né imbracatura al momento in cui è precipitato facendo un volo di oltre trenta metri all’interno della struttura.

L’uomo era salito nella sezione in cui avrebbe dovuto lavorare insieme ad un collega, poi un attrezzo di lavoro era caduto giù e il collega era sceso in ascensore per recuperarlo quando ha sentito un tonfo sul solaio in acciaio della seconda sezione del fusto della pala eolica. Era il corpo, disteso sulla schiena, di Giuseppe Carpinelli. Il suo casco e l’imbracatura sono stati trovati nella sezione superiore, dove lavorava.

Sui motivi del mancato utilizzo dei dispositivi di protezione e sulle modalità della caduta gli inquirenti della Procura di Marsala – che hanno aperto un fascicolo – dovranno provare a far luce anche in base ai risultati dell’autopsia disposta sul corpo dell’operaio.

L’uomo lavorava sabato scorso, in turno straordinario, per la Ivpc di Napoli, azienda a cui sono stati affidati in subappalto, dalla Vestas Italia srl, le opere di installazione e di manutezione delle turbine eoliche.

Scattato l’allarme, i soccorritori hanno potuto solo constatare il suo decesso a cui è seguita una lunga e complessa operazione di recupero da parte dei Vigili del fuoco e degli specialisti del Saf, il nucleo speleo-alpino-fluviale, durata oltre quattro ore a causa delle dimensioni dell’ambiente.

Andrea Devicenzi e Lombardo Bikes sulla strada del Blues [AUDIO]

Il viaggio in bicicletta porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Annarita Porcelluzzi, prima donna al comando di un'unità della Guardia Costiera
Roberto Salis ricevuto in forma privata a Palazzo d’Alì
“Ancora una volta il centrodestra gioca a mistificare la realtà sulla pelle dei cittadini"
Finisce 0-2 a Gavorrano e il Trapani Calcio conquista il suo secondo obiettivo stagionale
Il viaggio in bicicletta porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Per realizzare, adeguare o ampliare la viabilità al servizio delle aree rurali e delle aziende agricole
Assegnati oltre 3 milioni di euro dal Ministero per realizzare le strutture a Bosco e ad Amabilina
Nel 350° anniversario della sua apparizione a Santa Margherita Maria

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
"La corsa contro il tempo per inserire l'opera nell'Accordo di sviluppo e Coesione –FSC è seria e impegnativa"
Petit, nome d’arte di Salvatore Moccia, giovane artista classe 2005, finalista dell’edizione 2023 di “Amici” che ha appena pubblicato “PETIT”, il primo EP omonimo
Garantita solo la diretta streaming sul canale YouTube della lega