Salemi, la marcia per Marisa Leo e contro i femminicidi

Il sindaco Venuti: "Dobbiamo tradurre in azioni concrete quello che questa dolorosa vicenda ci ha lasciato"

In silenzio, dietro lo striscione con la frase “Il patriarcato uccide, basta femminicidi”, in tantissimi hanno sfilato ieri sera a Salemi per ricordare Marisa Leo, la donna di 39 anni uccisa nelle campagne del Trapanese dal suo ex e padre di sua figlia, il 43enne Angelo Reina che poi si è tolto la vita.

In testa al corteo il sindaco, Domenico Venuti, la Chiesa, il mondo delle associazioni, le scuole e tanti cittadini. Tutti uniti contro la violenza, con le fiaccole in mano hanno attraversato il paese.

“La marcia di questa sera – ha detto Venuti – ha due obiettivi: è prima di tutto un atto doveroso con il quale intendiamo ricordare Marisa, una ragazza che amava la vita. Oggi qui ci sono le associazioni, c’è la scuola, c’è l’Amministrazione ma ci sono soprattutto le persone. Tanti amici di Marisa ma anche molte persone che non la conoscevano”.

“Il secondo motivo che ci ha spinto qui – ha proseguito il primo cittadino – è l’assoluta e imprescindibile necessità che l’orrore accaduto sia un punto di partenza per un cambiamento culturale vero. Il femminicidio di Marisa non deve diventare un fenomeno mediatico: da Salemi dobbiamo fare partire una riflessione concreta che porti a insegnare il rispetto verso gli altri fin dalle scuole. C’è l’esigenza di educare all’amore. Dobbiamo tradurre in azioni concrete quello che questa dolorosa vicenda ci ha lasciato”.

Dietro allo striscione con i palloncini rossi anche i familiari di Marisa, tra cui il fratello, famiglie, rappresentanti delle Istituzioni e delle forze dell’ordine a testimoniare la vicinanza di tutti. Tanti partecipanti indossavano magliette bianche.

Il corteo si è mosso da piazza San Pio fino alla piazza del castello di Salemi, mostrando un grosso cartello con una frase sull’uguaglianza di genere che la stessa Marisa amava dire: “La parità con l’uomo non esiste, ma non sarà sempre così”.

Trapani: Comune “al verde” e il Verde piange [EDITORIALE]

Il privato interviene abusivamente, il pubblico piange miseria ed a farne le spese sono solo le piante inermi
Si tratta di una donna di origine venezuelana, rintracciata in un hotel a Mazara del Vallo
Mentre si lavora per risolvere i guasti, installati due generatori mobili
Ottenuto un finanziamento di 30.000 per attività di controllo e prevenzione durante la stagione estiva
Arriva da svincolato e ha sottoscritto un contratto biennale
Iniziativa per la valorizzazione delle chiese appartenenti al Fondo Edifici per il Culto
Dal 14 al 30 luglio si terranno 10 diversi concerti, tutti con inizio alle 21:30 e a ingresso gratuito
La società mette a disposizione diversi alloggi nelle mete più ambite d'Italia
Il festival letterario che promuove le produzioni editoriali è giunto alla sua quarta edizione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il restauro realizzato grazie alle somme del Fondo per l’edilizia di culto del Ministero dell’Interno
Il colonnello Roberto Nunziante succede a Michelangelo Genchi
Esibizioni del Coretto Informale e del duo pianistico Betz-Gervasi
Un viaggio affascinante tra le pieghe del noir mediterraneo, esplorando il legame tra parola scritta e immagine televisiva e cinematografica
Fuoco in un deposito di gomme e nel bosco Scorace
"Un mantenimento degli obiettivi importante", commenta il presidente di Airgest Salvatore Ombra
Possibilità di collaborazione con la Diocesi per la formazione professionale di giovani immigrati