Safina: “Un tempo nuovo per il Pd a Trapani è possibile”

Il deputato regionale commenta la convention politica organizzata in città

Un tempo nuovo per il Partito democratico a Trapani è possibile. Lo ha dimostrato la grande partecipazione e l’entusiasmo di quanti sono accorsi alla convention del PD a Trapani. Un popolo di iscritti ma anche tanti simpatizzanti che hanno voluto ascoltare l’esperienza diretta di amministratori e attivisti di partito che ogni giorno lavorano nelle loro realtà per il bene e la crescita delle comunità”. Così commenta il deputato regionale trapanese Dario Safina dopo l’incontro svoltosi a Trapani sabato scorso, 27 aprile.

“Gente seria – prosegue Safina – impegnata che con tenacia e passione si spende quotidianamente, sacrificando affetti e tempo libero. A tutti loro dico: GRAZIE! Grazie per aver partecipato, grazie per avere raccontato la vostra storia, grazie per avere impreziosito un sabato pomeriggio di fine aprile che altrimenti sarebbe rimasto anonimo. Invece è stata una giornata densa, dedicata all’ascolto e alla condivisione di progetti e programmi futuri.

Un partito tra la gente e con la gente, da cui ascoltare e prendere ispirazione per determinare le scelte amministrative da effettuare. Con cui parlare e confrontarsi per trarre nuove idee e nuovi spunti, coinvolgendo tutti coloro che hanno voglia di impegnarsi attivamente nella Cosa pubblica ma che in questi ultimi anni sono rimasti lontani dalla politica e dalle sue dinamiche. Un partito che al contempo sappia costruire un sistema di alleanze coerenti che possa essere poi in condizione di dettare un’agenda di governo credibile per i cittadini.

L’incontro di sabato scorso ha dimostrato ancora una volta la grande voglia che c’è di fare comunità, di lavorare insieme per il bene comune. Un confronto schietto e sincero dove si è parlato di sanità, di istruzione, di progresso, di un ambientalismo che sappia anche coniugare la giustizia sociale. Il prossimo passo sarà ora quello di costruire un manifesto del Partito democratico della provincia di Trapani, che vuole contribuire a costruire il Pd siciliano e che diventi elemento fondante del Partito democratico nazionale.

Dunque, da Trapani ultima provincia e dell’impero parte questo messaggio: costruiremo una nostra piattaforma con un nostro manifesto e lo metteremo a disposizione dei militanti, dei dirigenti e dei cittadini, pronti sempre al confronto. Per noi non c’è un problema di divisioni nette e preconcette, non ci sono pregiudizi ma la volontà di confrontarsi sui temi per trovare le giuste soluzioni.

E ai simpatizzanti diciamo: divenite militanti! Il partito ha bisogno di crescere grazie al loro apporto diretto, alla loro partecipazione attiva alla vita dei circoli. Questa nuova linfa sarà fondamentale per accrescere la credibilità e la consapevolezza di un partito che, nel solco della Costituzione, vuole costruire partecipazione a difesa della giustizia sociale e della solidarietà”.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Colpita con calci e pugni, minacciata con un coltello e un fucile da sub
È di 5,5 miliardi la copertura finanziaria per 580 interventi e di 1,3 miliardi il cofinanziamento per il Ponte sullo Stretto di Messina
La manifestazione si conferma capace di esplorare i temi più caldi e attuali della cultura pop e dell'intrattenimento
Ieri il collegamento in diretta con Roma per la Giornata Mondiale dei Bambini

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
"Per i lavori di urbanizzazione e delle opere fognarie attese ormai da più di trent’anni”
All'interpello può partecipare solo il personale ispettivo assunto prima del 31 dicembre 2023
"Abbiamo scelto di parlare con il linguaggio della verità, senza mettere la polvere sotto il tappeto"
Anche quest’anno si è avuta un’importante partecipazione di pubblico
Ciminnisi: «Luogo simbolico delle nostre battaglie e punto di riferimento per i cittadini»