Riqualificazione Baglio Messina a Custonaci, arrivano i fondi della Regione

Il finanziamento di 1.335.000 euro è stato disposto dall'Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana

Il Baglio Messina, nell’immediata periferia di Custonaci, sarà oggetto di un intervento di riqualificazione grazie al finanziamento di 1.335.000 euro disposto dall’Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana con fondi del POC 2014-2020.

“L’intervento che abbiamo finanziato – spiega l’assessore Alberto Samonà – rappresenta un’azione importante in una porzione di territorio, un tempo borgo rurale, che negli ultimi decenni ha saputo reinventarsi con interventi in ambito turistico-culturale. Sottolineando la vocazione di questa zona e valorizzando le tradizioni etno-antropologiche e la singolarità dei luoghi, infatti, Custonaci ha saputo rendere più invitante un territorio che oggi ha anche incrementato la propria capacità ricettiva”.

Le opere programmate riguardano il complessivo rifacimento di tutto il Borgo, a partire dalle vie principali, e riguarderanno in particolare la pavimentazione delle strade, la realizzazione degli impianti di illuminazione e di smaltimento delle acque, la revisione del verde pubblico la realizzazione dei camminamenti pedonali. Gli interventi, che saranno realizzati con uso del marmo locale, elemento su cui si basa l’economia della città di Custonaci, avranno la durata di un anno dalla consegna del cantiere.

Il Baglio Messina è uno dei Borghi Rurali “Casalia Inhabitata” concessi nel 1241 da Federico II di Svevia all’università di Monte San Giuliano (l’attuale Erice), con lo scopo di aggregare gli “habitatores” sul vasto territorio circostante per l’incremento della popolazione.
Questo territorio, che si estendeva fino a Castellamare del Golfo, fu diviso in feudi e dato alle più facoltose famiglie ericine per amministrarlo.

La “Riviera dei marmi” – così era chiamato l’ambito territoriale – comprendeva sette feudi con trentasei “parecchiate”, ovvero appezzamenti di terreno che consentivano la coltivazione agricola, aggregando così un certo numero di abitanti.
Da un elenco del 1615 i feudi della Riviera dei Marmi risultano essere sette: il Baglio Messina rientra in quello che era denominato Feudo di Mocata.

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
In questa data si celebrano la fine dell'occupazione nazifascista e la Resistenza
Dal 26 al 29 aprile nel centro storico cittadino
Siciliano, lascia la guida della Questura di Imperia
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
La sentenza con la formula “perché i fatti non costituiscono reato”

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino
Nell'ambito di controlli effettuati in un'azienda di Mazara del Vallo