Rifiuti abbandonati a Favignana, individuati i responsabili: saranno denunciati

Secchi di vernice, materiale di risulta, una bombola e anche una bicicletta

Secchi di vernice, materiale da risulta, una bombola e anche una bicicletta. Rifiuti speciali e di vario genere sono stati abbandonati nel corso della notte in una via del centro di Favignana. I responsabili sono stati individuati, attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza, e saranno denunciati all’Autorità giudiziaria.

“Un gesto grave e inaccettabile”, commenta il sindaco Francesco Forgione che prosegue: “Chi compie atti simili, per giunta in pieno centro e in uno dei luoghi più frequentati di Favignana, offende l’intera comunità e coloro, la stragrande maggioranza, che rispettano il territorio e amano la propria isola”.

“Le Istituzioni preposte – afferma il sindaco – agiranno di conseguenza. Voglio, però, rinnovare l’invito a rispettare le norme e l’ambiente perché solo attraverso un comportamento civile potremo salvaguardare le nostre isole”.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi