Registro delle opposizioni per cellulari: ecco come funziona

La procedura di iscrizione permette di non ricevere più chiamate dai call center, sia con operatori umani che con voci robotizzate

Dal 27 luglio è ufficialmente attivo il nuovo registro pubblico delle opposizioni al telemarketing che adesso include anche i cellulari. Il servizio è completamente gratuito e, come spiegato dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), “i cittadini, una volta iscritti negli elenchi del registro, non potranno più essere contattati dall’operatore di telemarketing, a meno che quest’ultimo non abbia ottenuto specifico consenso all’utilizzo dei dati successivamente alla data di iscrizione oppure nell’ambito di un contratto in essere o cessato da non più di trenta giorni”.

Questo permette così di evitare di ricevere le innumerevoli chiamate giornaliere da parte dei call center e in pochi giorni ha visto più di un milione di iscritti. La registrazione è molto semplice e veloce.

Bisogna intanto collegarsi al sito ufficiale del registro delle opposizioni e cliccare su “Per il cittadino”. Nella pagina che si apre bisogna cliccare su “Iscriviti” all’interno del box posto al di sotto di “Accesso ai servizi”. Successivamente è necessario inserire i proprio dati oppure, per velocizzare la procedura, entrare tramite SPID.

Dopo aver inserito il numero (o i numeri) di telefono di cui si vuole richiedere l’iscrizione al registro bisogna chiamare entro 5 minuti, da ciascun numero telefonico indicato, il numero 06 4298 6415. La chiamata verrà chiusa in automatico e apparirà la scritta “Verificato” di fianco al numero da cui avete chiamato.

L’iscrizione annulla tutti i consensi precedentemente dati al telemarketing e alla cessione a terzi dei dati personali e riguarda sia gli operatori umani che le chiamate effettuate con le voci robotizzate. Gli operatori sono costretti ed obbligati a consultare il Registro delle Opposizioni per evitare di chiamare i numeri che vi hanno aderito pena sanzioni amministrative pecunarie fino a 20 milioni di Euro o, per le imprese, fino al 4% del fatturato mondiale maturato durante l’anno precedente.

Prosegue a Paceco la rassegna estiva “A Macaràro” [AUDIO]

Ne parliamo con Giovanna Scarcella, la curatrice dell'evento
Sul posto Forestale, Vigili del fuoco, elicotteri e Canadair
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Intervista a Paolo Salerno, l'organizzatore della rassegna che da 16 anni propone i gusti dal mondo
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica
L'artista di Brolo ha incantato il pubblico con un mix di suoni, spaziando dal jazz al folk