Realizzazione Radioterapia a Trapani, nasce Comitato di cittadini

L’iniziativa nasce dalle donne e dallo sport

In occasione di “Ottobre Rosa”, mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno, si è costituito un “Comitato spontaneo per la realizzazione della Radioterapia a Trapani”

L’iniziativa nasce dalle donne e dallo sport. Molte donne che praticano il tennis, appartenenti ai Circoli di Trapani-Milo, Rocco Ricevuto, Valderice e Paceco, infatti, hanno annunciato di voler avviare iniziative concrete per potere giungere anche a Trapani all’apertura della Radioterapia, un servizio che le strutture sanitarie della città, ancora oggi, non hanno.

A distanza di ben 13 anni dalla petizione
popolare con la quale venne chiesto al Governo regionale e alle autorità sanitarie di istituire con urgenza il reparto all’ospedale “Sant’Antonio Abate”, oltre che a Mazara del Vallo, ancora non è stato realizzato nulla e dell’argomento non si dibatte più. In questa direzione, con cadenza annuale, nei campi da tennis della città e del circondario vengono organizzati tornei di tennis sempre molto partecipati – il torneo itinerante “Pink Lady” e quello in memoria di “Bianca Gandolfo” – per sensibilizzare le donne verso la prevenzione del tumore al seno coinvolgendo medici, specialisti e donne che “ce l’hanno fatta”, testimoni di come la malattia si può superare se viene scoperta precocemente.

Il neonato Comitato vuole sensibilizzare l’opinione pubblica ma anche e soprattutto le istituzioni sanitarie, l’Asp e l’Assessorato regionale alla Sanità, affinchè si riprenda il progetto per la creazione del Reparto di Radioterapia più volte annunciato con dichiarazioni roboanti e mai portato a compimento. “Non si comprendono – si legge nella nota diffusa alla stampa dal Comitato – le ragioni del perché il progetto avviato si sia arrestato e dove siano finiti i fondi stanziati”.

Al Comitato – che sarà presentato a Trapani nel corso di una manifestazione pubblica – può aderire chiunque, ogni cittadina e cittadino “che avverta il disagio e la vergogna di appartenere ad un territorio dal quale decine e decine di pazienti oncologici sono costretti ogni giorno a spostarsi fuori dalla provincia per raggiungere i reparti di Radioterapia distanti anche centinaia di chilometri”.
Per adesioni e contatti è possibile rivolgersi a: Laura Montanti 339-4009204 – Mariza D’Anna 347-3124368 – Daniela Marino 347-6065476

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
È indiziato di appartenere a Cosa nostra e in affari anche con la famiglia mafiosa di Castelvetrano
Il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17
Sul posto Vigili del fuoco, Protezione civile comunale e Forestale
L'Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana cofinanzia la produzione
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"
Grazie ai volontari, fino a settembre, dalle 18.30 alle 23.30
Incrementerà la portata d’acqua a disposizione della città di 15 litri al secondo
Le selezioni si svolgeranno martedì 18 giugno, dalle 15 alle 18.30

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Fu ucciso a Palermo in un agguato mafioso con il capitano D'Aleo e l’appuntato Bommarito
La storia del fisico italiano, inventore e padre delle comunicazioni, tra prosa teatrale, canti, musica e coreografie
Iniziativa di Renantis Sicilia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria
Appello intervenga presso il governo nazionale e la cabina di regia del Ministero della Coesione