Radioterapia a Trapani, la Regione autorizza ultimo passaggio burocratico

Lo riferisce il Comitato per la Radioterapia dopo incontro all’Assessorato regionale alla Salute

Dopo 14 anni, la posa della prima pietra per la realizzazione del Servizio di Radioterapia all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani potrebbe essere vicina. Una delegazione del Comitato di cittadini ha incontrato ieri mattina, all’Assessorato regionale alla Salute, il dirigente generale del Dipartimento Pianificazione strategica, Salvatore Iacolino.

Dopo l’incontro la delegazione riferisce di aver appreso che, nei giorni scorsi, l’Assessorato ha autorizzato l’ultimo passaggio burocratico che potrebbe consentire in tempi brevi la realizzazione del Servizio di Radioterapia con fondi che l’Asp di Trapani ha già a disposizione (17,4 milioni) e in virtù del nulla osta dato alla stessa Asp che consente la totale copertura finanziaria (ulteriori 10 milioni di euro).

Al contrario, per mancanza di fondi disponibili, è stato “congelato” il progetto complessivo – di circa 45 milioni di euro – per l’ampliamento e l’adeguamento dell’ospedale provinciale. A questo punto, quindi, l’Asp è chiamata a predisporre uno stralcio funzionale del progetto e ad avviare le procedure per dare concreta attuazione al piano, fermo nei cassetti da troppo tempo.

«È stata fatta maggiore chiarezza sulla vicenda – afferma Laura Montanti, presidente del Comitato – Dopo tanti anni trascorsi invano, tante promesse e tante dichiarazioni contraddittorie, adesso ci attendiamo fatti e atti concreti. L’Asp ora è chiamata il più presto a fare la sua parte e a dare le risposte che i cittadini attendono da troppo tempo. Non si giochi più con il diritto alla salute!»

Il Comitato ha già raggiunto oltre 700 adesioni e invita tutti i cittadini a iscriversi per dare maggiore forza alla battaglia, soprattutto adesso che se ne intravede il traguardo. «Seguiremo ogni passaggio successivo e terremo alta l’attenzione sulla vicenda», ha concluso Laura Montanti.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
È indiziato di appartenere a Cosa nostra e in affari anche con la famiglia mafiosa di Castelvetrano
Fu ucciso a Palermo in un agguato mafioso con il capitano D'Aleo e l’appuntato Bommarito
La storia del fisico italiano, inventore e padre delle comunicazioni, tra prosa teatrale, canti, musica e coreografie
Iniziativa di Renantis Sicilia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria
Appello intervenga presso il governo nazionale e la cabina di regia del Ministero della Coesione
15 anni di carriera con all’attivo nove album e oltre 200 live, lo scorso 31 maggio è uscito “Mezzo rotto”, il nuovo singolo feat. Bigmama

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Essenziale conoscere le modalità della truffa e denunciare", dicono gli investigatori
Per potenziare i percorsi di tutela dei migranti in condizioni di fragilità in arrivo e inseriti nel sistema di accoglienza
Iniziativa dei consiglieri comunali di minoranza
La mostra, articolata in due musei, il Cordici e il Wigner San Francesco, presenterà opere di Andy Warhol e Mario Schifano