Provincia di Trapani in zona arancione, l’Asp trasmette alla Regione la documentazione necessaria

I valori indicati sarebbero sufficienti a giustificare la richiesta di passare in "arancione"

È stata trasmessa oggi, da parte dei responsabili della U.O.C. Sanità Pubblica, Epidemiologica e Medicina Preventiva e del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale trapanese, la documentazione necessaria a dichiarare “zona arancione” l’intera provincia di Trapani a causa del notevole incremento di contagi Covid che si registra in tutti i comuni già da alcune settimane.

La proposta di protocollo contenitivo riguarda quindi Trapani, Erice, Valderice, Favignana, Paceco, Custonaci, Buseto Palizzolo, San Vito Lo Capo, Marsala, Petrosino, Mazara del Vallo, Gibellina, Alcamo, Castellammare del Golfo, Calatafimi, Castelvetrano, Campobello di Mazara, Santa Ninfa, Partanna, Poggioreale, Salaparuta, Pantelleria, Salemi e Vita.

La dettagliata documentazione è stata fornita in risposta alla nota dello scorso 12 gennaio con cui I’Assessorato alla Salute-DASOE-Servizio 9 “Sorveglianza ed Epidemiologia Valutativa” ha chiesto chiarimenti all’Asp sull’andamento epidemiologico nei comuni del Trapanese ai fini della loro eventuale collocazione in zona arancione.

Le schede relative ai 24 comuni, contenenti gli indicatori epidemiologici presentano – secondo i responsabili dei due Servizi Asp – valori sufficienti a giustificare la richiesta di passare in “arancione” per mitigare e contenere la diffusione del Covid.