Provano a vendere documenti su Matteo Messina Denaro, arrestati un carabiniere e un consigliere comunale di Mazara del Vallo

Il militare è accusato di accesso abusivo al sistema informatico e violazione del segreto d'ufficio, il politico di ricettazione

Un maresciallo dei Carabinieri e un consigliere comunale di Mazara del Vallo sono finiti agli arresti domiciliari per aver tentato di vendere al fotografo Fabrizio Corona documenti segreti sulle indagini per la cattura di Matteo Messina Denaro.

Il militare, L.P. è accusato di accesso abusivo al sistema informatico e violazione del segreto d’ufficio, il complice, G.R., di ricettazione. L’indagine è stata coordinata dal procuratore di Palermo Maurizio de Lucia e dall’aggiunto Paolo Guido.

Secondo la ricostruzione dei pm, il carabiniere, in servizio al N.O.R. della Compagnia di Mazara del Vallo e coinvolto nelle attività investigative, si sarebbe introdotto illegalmente nel sistema informatico dell’Arma e avrebbe prelevato copia di 786 file riservati relativi  alle indagini per la cattura del boss – arrestato a Palermo dai carabinieri del Ros il 16 gennaio scorso – per  consegnarli al politico. Quest’ultimo avrebbe contattato Corona per vendergli i documenti coperti da segreto. Poi, su indicazione dello stesso fotografo, si sarebbe rivolto a Moreno Pisto, direttore del quotidiano online Mow, proponendogli di acquistare il materiale.
I Carabinieri hanno anche perquisito la casa milanese di Fabrizio Corona che risulta indagato per tentata ricettazione.

Tra i file riservati sulla cattura di Matteo Messina Denaro prelevati – riporta ANSA – c’era anche un documento del Ros con la programmazione dei luoghi da perquisire dopo l’arresto del capomafia. Nella versione del file trafugata dal militare, per un errore di trasmissione, non era indicata l’abitazione di vicolo San Vito a Campobello di Mazara, in cui il mafioso ha trascorso l’ultimo periodo di latitanza, intestato al suo alter ego, il geometra Andrea Bonafede.

Una circostanza usata dal maresciallo e dal suo complice per imbastire un “giallo” sul presunto disegno degli investigatori di ritardare la perquisizione della casa e nascondere materiale scottante. Il piano dei due è stato, però, sventato dalla Dda di Palermo e dagli stessi Carabinieri che hanno approfondito la vicenda accertando che, subito dopo l’arresto di Messina Denaro, i militari del Raggruppamento Operativo Speciale hanno cominciato a perquisire, uno per uno, tutti gli immobili riconducibili a Bonafede alla sua presenza. Nell’appartamento di vicolo San Vito, che era stato fin dal principio inserito nell’elenco del Ros, gli investigatori erano arrivati il pomeriggio stesso del 16 gennaio dopo aver ispezionato le altre proprietà. Dopo essere entrati nell’abitazione, gli uomini dell’Arma compresero che quella poteva essere stata l’ultima dimora di Messina Denaro. Intuizione che Bonafede aveva poi confermato.

Tari, i motivi dell’opposizione imbavagliata ad appena 20′ di dibattito [AUDIO]

Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Nicola Lamia spiega perchè l'opposizione ha abbandonato l'Aula Consiliare
Operazione del 2022 contro presunti fiancheggiatori e associati di Cosa Nostra a Marsala e altri centri del Trapanese
Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Nicola Lamia spiega perchè l'opposizione ha abbandonato l'Aula Consiliare
L'amministrazione comunale ha illustrato lo stato di avanzamento dei Piani che confluiranno nel PUG
I consiglieri comunali controbattono le dichiarazioni del sindaco Forgione
Eletto il Consiglio d’Amministrazione per il triennio 2024-2027
Tutte le gare in programma si disputeranno dal 25 al 28 luglio in piazza della Vittoria
L'ala di passaporto inglese proviene dal Galatasaray, squadra del massimo Campionato turco

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Domani pomeriggio si ritroveranno i bambini di dieci grest parrocchiali
"Decisione incomprensibile che comporterà l'aumento delle tariffe", dice il sindaco Forgione
Dalla mezzanotte le esibizioni di Hugel, Merk&Kremont, Simonterizzo e Kamelia
Sono stati 47 titoli in programma in sei giorni di proiezioni su ai temi ambientali, sostenibilità e diritti umani
Ospite d'eccezione Giancarlo Giannini che ha ricevuto il Premio alla carriera
Dopo l'omonima operazione antimafia del 6 settembre 2022
Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani