Progetto Blockchain Mare Nostrum, avviso per la selezione di un coordinatore tecnico

Il Comune di Mazara del Vallo ricerca un coordinatore tecnico con collaborazione libero professionale. Il compenso previsto è di circa 40mila euro per circa 16 mesi di attività

Con un avviso pubblicato ieri nell’albo pretorio online a firma del sindaco Salvatore Quinci, il Comune di Mazara del Vallo in qualità di partner del progetto “Blockchain Mare Nostrum – sostegno e promozione dell’innovazione, della tecnologia e dell’economia circolare nel settore della pesca artigianale” ricerca un coordinatore tecnico con collaborazione libero professionale. Il compenso previsto è di circa 40mila euro per circa 16 mesi di attività.

Le domande, da compilare sul modello allegato all’avviso, vanno presentate esclusivamente via pec entro e non oltre il 31 dicembre 2022 a: protocollo@pec.comune.mazaradelvallo.tp.it

Il progetto, che vede partners: GIPP (Groupment interprofessionel des produits de la peche) quale capofila, Cosvap Distretto Pesca Mazara, So.Gest Ambiente srl, Sqli Service e Cermed sarl oltre al Comune di Mazara del Vallo è stato finanziato con circa 1milione 200mila euro nell’ambito del programma “IEV CT ITALIE TUNISIE 2014-2020” da parte del Dipartimento programmazione della Regione Siciliana ( Vedi Delibera di Giunta e Convenzione). Il budget totale del progetto è integrato dal 10% di cofinanziamento dei partners progettuali. Il Comune è destinatario in quota parte del finanziamento di circa 202mila euro e cofinanzia il progetto a carico del bilancio comunale con circa 22mila 500 euro.

Il progetto – si legge negli atti deliberativi – ha come obiettivo generale quello di “promuovere e sostenere l’imprenditorialità, tramite una maggiore cooperazione transfrontaliera tra le imprese” consentendo alle aziende ittiche locali italiane e tunisine di garantire trasparenza tramite la tecnologia “BLOCKCHAIN”: una piattaforma di trading, dove le aziende ittiche possono commercializzare i propri prodotti ittici; l’utilizzo di un QR-Code che permetterà di tracciare l’intera filiera in ottemperanza degli standard di sicurezza, igiene e tracciabilità alimentare; una vetrina digitale dove sarà possibile promuovere i propri prodotti ittici; certificazione nelle aziende ittiche italiane e tunisine di sistemi di gestione e tracciabilità di filiera secondo standard internazionali ISO.

Requisiti specifici per candidarsi alla figura professionale di coordinatore tecnico sono: laurea triennale e/o magistrale in discipline tecniche e/o scientifiche; titoli attestanti la formazione nel settore della progettazione e gestione aziendali; esperienza comprovata di almeno 7 anni in progetti transfrontalieri nella qualità di coordinatore tecnico e/o similare; esperienza comprovata di almeno 3 anni nel settore della commercializzazione e promozione di prodotti ittici e/o agroalimentari.

Per ulteriori particolari: AVVISO E MODELLO DI DOMANDA

Giornata contro l’omotransfobia, il corteo a Trapani

Iniziativa di Arcigay Trapani Shorùq
Il vicesindaco Tumbarello: “Situazione sbloccata. Collaudo di alcuni tratti e operatività della condotta entro giugno”
In Sicilia è almeno il triplo rispetto a quello di altre parti d’Italia

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
All'attivo i singoli "Touché", "Mappamondo", "Sexy Magica" che compongono l'EP "Sarah"
Il 24 maggio alle ore 19 con la giornalista e scrittrice Fabiola Palmeri
Il deputato regionale sulla decisione della Regione che ha accolto la richiesta dell’amministrazione comunale
Rubati un tablet, un televisore e una macchinetta del caffe
I dati illustrati in un incontro promosso dall'amministrazione comunale di Erice