Problematiche del carcere di Trapani, la protesta della UILPA Polizia Penitenziaria [VIDEO]

Chiesta la visita del ministro della Giustizia alla Casa Circondariale per rendersi conto delle criticità

Un volantino indirizzato al ministro della Giustizia Carlo Nordio, per invitarlo a visitare la Casa Circondariale di Trapani e rendersi conto personalmente delle criticità presenti, e una manifestazione – stamattina – davanti alla Casa Circondariale “Pietro Cerulli” seguita da un incontro al Centro polivalente “Peppino Impastato” a cui erano presenti i sindaci di Erice e Trapani, Tranchida e Toscano, il deputato regionale del PD Dario Safina e la presidente dell’Assemblea provinciale del PD Valentina Villabuona. Presente anche Liliana Riccobene, vedova dell’agente di Polizia Penitenziaria Giuseppe Montalto, ucciso dalla mafia nel 1995.

Questa l’iniziativa della Segreteria regionale della UILPA Polizia Penitenziaria che, nel documento a firma del Segretario Gioacchino Veneziano, riassume i punti salienti all’origine della protesta.

“È necessario rimpinguare l’organico di Polizia Penitenziaria – si legge – carente di oltre 40 unità, con il personale costretto ad occupare anche quattro posti di servizio senza operare in sicurezza, con carichi di lavoro insostenibili e il rischio di subire procedimenti disciplinari o penali”.

“Siamo stanchi – dicono i rappresentanti del sindacato – di subire aggressioni fisiche e verbali dai detenuti senza che questo possa scuotere le coscienze di nessuno; è necessario l’invio del GOM [ndr Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria] per ripristinare la corretta gestione dell’ordine della sicurezza; è necessario di scrivere nuovi ordini servizio per tutti i posti di servizio oggi totalmente assenti, ovvero scollegati rispetto l’organico attuale”.

Il sindacato chiede anche l’istituzione di “una commissione mista, parte pubblica e sindacati, per la verifica della regolarità dei servizi, unitamente al ripristino delle basilari condizioni di igiene e salubrità dei posti di servizio” e ritiene “necessario coinvolgere delle sigle sindacali per modificare/creare gli ordini di servizio”. La UILPA Polizia Penitenziaria ricorda che è “necessaria la verifica di comportamenti antisindacali nei confronti degli operatori di Polizia Penitenziaria iscritti e militanti alla UILPA Polizia Penitenziaria ed è necessario l’invio immediato di un direttore titolare poiché l’attuale ricopre anche la titolarità del carcere Ucciardone di Palermo”.

Al ministro si chiede di intervenire “senza ulteriori indugi” e di “prendere i provvedimenti promessi dal capo del DAP Renoldi e dal suo vice Cantone”. GUARDA IL VIDEO

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
Siciliano, lascia la guida della Questura di Imperia
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
L'indagine riguarda un intero nucleo familiare, radicato nel quartiere San Giuliano
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino