Primo Maggio, le parole della sindaca di Erice per la Festa del Lavoro

"Quel lavoro, che già prima della pandemia rappresentava una preoccupazione sociale ed economica, soprattutto nel Meridione d'Italia, oggi è ancora più fortemente un'urgenza su cui concentrare l'attenzione per ripartire insieme e ancora più forti"

«Oggi, Primo Maggio, celebriamo la Festa dei Lavoratori, una giornata in cui riflettere sulla rinnovata consapevolezza che il lavoro non sia solo fonte di sostentamento ma anche di dignità, oltre che cemento della società civile. Quel lavoro, che già prima della pandemia rappresentava una preoccupazione sociale ed economica, soprattutto nel Meridione d’Italia, oggi è ancora più fortemente un’urgenza su cui concentrare l’attenzione per ripartire insieme e ancora più forti. I devastanti effetti dell’emergenza sanitaria che stiamo tuttora vivendo, infatti, hanno acuito un problema che era già evidente, ma è stato proprio il lavoro di chi è rimasto in prima linea ad averci consentito di poter guardare avanti con maggiore fiducia.
A nome mio e dell’intera città ringrazio dunque tutti quei lavoratori che ogni giorno, nel nostro territorio e non solo, alimentano la fiammella della nostra comunità. Ringrazio anche chi purtroppo ha perso il lavoro e lo sta ricercando con ansia e preoccupazione, con l’auspicio che possa presto ritrovarlo e, con esso, ritrovare anche la serenità. Ringrazio, infine, i nostri concittadini più scoraggiati: è proprio a loro che rivolgo il mio più caloroso augurio, affinché riescano a ritrovare dentro di loro la forza e le energie necessarie per ambire ad opportunità che possano soddisfare le rispettive aspettative.
Anche quest’anno sarà dunque un Primo Maggio silenzioso ed insolito, senza manifestazioni né eventi, che vivremo nel rispetto delle misure di prevenzione. Lo faremo convinti dell’importanza del lavoro, con la speranza di un domani migliore e con la coesione sociale che non ci è mai mancata».

Lo dichiara la sindaca di Erice Daniela Toscano, in occasione della Festa del Lavoro che si celebra oggi.

Trapani, “tantu nenti e tantu assai” tra lirica di tradizione e cibo d’attrazione [EDITORIALE]

Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Potrà accedere agli impianti solo 10 minuti prima dell'inizio e dovrà uscire non oltre i 10 minuti dal termine delle partite
Il 47enne è rimasto schiacciato da un camion
Sanzionato il titolare, l'Asp dispone sospensione attività della cucina
Contributi riconosciuti a tutte le Amministrazioni comunali del Trapanese
Il 30enne indiano apparterrerebbe ad un’associazione dedita al traffico di armi e alla commissione di estorsioni e omicidi
I curatori, Marco di Capua, Giordano Bruno Guerri e Pasquale Lettieri, presenteranno i capolavori esposti
Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2026
Rafforzata la contrattazione nazionale con il potenziamento di alcuni capitoli tra cui Salute, sicurezza e ambiente
"Bisogna diffidare da queste promozioni. Non esistono formule magiche, nessuno regala nulla"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Prolungati i contratti a tre protagonisti della passata stagione agonistica
Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Nelle ultime due stagioni agonistiche ha militato nel Modena in Serie B
Da lunedì 15 a sabato 20 luglio San Vito Lo Capo accoglierà registi, autori, attori, appassionati e anche turisti che per cinque giorni potranno godere di diverse proiezioni
Un'estate tra jazz, Tiromancino, presentazione di libri, spettacoli teatrali e cibo
Il 30enne attaccante senegalese arriva da svincolato.
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola