mercoledì, Febbraio 28, 2024

Pattinodromo di Trapani affidato alla Federazione Italiana Sport Rotellistici

L'impianto è pronto a riaprire: sarà tra i più all'avanguardia in Italia

Un iter burocratico “infinito” si è finalmente concluso. Il Pattinodromo di Trapani è stato affidato alla Federazione Italiana Sport Rotellistici, organo nazionale di governo di tutti gli sport rotellistici. La struttura di via Salvatore Calvino è stata completamente riqualificata dopo i lavori svolti dalla ditta Di.Bi.Ga. che sono stati ultimati qualche mese fa.

«Malgrado sia stato necessario un percorso lungo e per certi versi non agevole, che ha interessato diverse Amministrazioni, abbiamo portato a termine l’iter per la consegna del Pattinodromo della Città di Trapani alla Federazione Italiana Sport Rotellistici» dichiarano il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida e l’assessore allo Sport Vincenzo Abbruscato.

Dopo diversi anni dall’approvazione del progetto esecutivo e dal relativo finanziamento (per un periodo a rischio revoca) e l’aggiudicazione dei lavori appena ultimati, con la convenzione sottoscritta inizia la rinascita dell’impianto che, per importanza e dimensione, rappresenta un fiore all’occhiello per tutti gli appassionanti, e non solo, dell’Italia meridionale.

«Con orgoglio e soddisfazione ringraziamo quanti hanno contribuito alla realizzazione di quello che sembrava un’altra promessa difficile da mantenere – aggiungono Tranchida e Abbruscato – e restituire ai Trapanesi che amano lo Sport un sito moderno e all’avanguardia capace di ospitare competizioni anche di livello internazionale. L’inaugurazione dell’impianto sarà l’occasione anche per dedicare lo stesso a Dina Naso e Leonardo Tortorici».

Oltre alla pista di gare, sono stati ristrutturate le tribune, gli spogliatoi, tutta l’area esterna. Sono stati creati spazi utili come una regia video per le gare, bagni per gli spettatori, stanze per le associazioni sportive. Grande attenzione anche per la sicurezza: l’impianto ha un complesso sistema di videosorveglianza e, inoltre, sono stati istallati dei sensori di movimento. I lavori sono stati realizzati grazie ad un finanziamento da un milione e 400 mila euro.

«Dopo Roma, quello di Trapani è il primo impianto che gestiremo direttamente con curve sopraelevate – afferma Sabatino Aracu, presidente nazionale della FISR -, riteniamo Trapani e la Sicilia strategiche per il futuro di uno sport che ben si sposa con le temperature calde. Devo ringraziare il sindaco Giacomo Tranchida che si è speso in prima persona, raggiungendomi a Roma, per incontrami: ci ha messo tanta passione. Trapani può diventare una realtà che può produrre campioni nel settore rotellistico come già avvenuto in passato e, soprattutto grandi eventi in futuro. Questo è un impegno che mi prendo: mi auguro che già nel 2024 sia possibile realizzare un campionato italiano a Trapani ma non escludo anche qualche “classica” internazionale. L’impianto di Trapani è tra più moderni e più completi a livello tecnico in Italia, potrebbe ospitare un mondiale. Nei prossimi giorni organizzeremo una inaugurazione ufficiale in collaborazione con il Comune e noi tutti della Federazione Italiana Sport Rotellistici saremo presenti».

Imolese-Trapani 1-2, la risolve Bolcano al 96’

I granata si aggiudicano la prima delle due sfide di Coppa Italia
Presenti anche gli sportivi del Trapanese destinatari delle benemerenze CONI consegnate lo scorso dicembre
"Esperienza positiva, contento di avere avuto l'opportunità di rappresentare la mia gente" ha dichiarato l'ala granata
Il primo dirigente della Polizia di Stato ha all'attivo una lunga e articolata carriera
Un violento nubifragio si è abbattuto sulla cittadina
Con le donne migranti del centro SAI e l'associazione Il Mulino

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Si tratta di sistemi di ancoraggio e relitti potenzialmente pericolosi per ecosistema e bagnanti
Per verificare eventuale presenza di glifosato, pesticidi e altre sostanze nocive oltre i limiti di legge
La Baroni Birra di Dattilo vince il Sicily ed Italy Food Awards. Ne parliamo con Luigi Di Via
L'iniziativa è organizzata insieme con Opificio Territoriale