Parco archeologico di Selinunte “chiama” associazioni e cittadini: serve una pulizia straordinaria

Il prossimo 2 ottobre si terrà "Facciamoli verdi. Selinunte GreenDay” il primo appuntamento per la valorizzazione di un’area del parco degradata e abbandonata da tempo che va  preparata per ridonarla al pubblico

Il parco archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria lancia un invito pubblico – che coinvolge le associazioni di volontariato ma anche i semplici cittadini che considerano gli spazi culturali qualcosa di bello e importante da amare e conservare – per una giornata di pulizie delle aree boschive, il prossimo 2 ottobre a ridosso della foce del fiume Modione.

 

A novembre scorso è piovuto moltissimo, precipitazioni senza precedenti che hanno danneggiato profondamente la zona boschiva del parco archeologico di Selinunte; la pulizia da rifiuti e sterpaglie diventa così un atto di riappropriazione e di partecipazione civica, parte di un progetto di valorizzazione degli spazi verdi che sta pian piano coinvolgendo l’intero sito archeologico.

Il sostegno delle associazioni che si occupano sul territorio di tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e di politiche di sensibilizzazione alla protezione green, sono così un punto di partenza concreto per l’avvio di un progetto di rilancio del parco non solo come luogo legato al turismo culturale ma anche come meta del turismo paesaggistico-naturalistico.

“Facciamoli verdi. Selinunte GreenDay” è solo il primo appuntamento per la valorizzazione di un’area del parco degradata e abbandonata da tempo che va  preparata per ridonarla al pubblico. Appuntamento alle 9 sul piazzale della biglietteria per la registrazione dei partecipanti. E si andrà avanti insieme fino alle 12. I cittadini e le associazioni che parteciperanno potranno raccontare l’esperienza condividendo stories su Instagram con hashtag #facciamoliverdi #SelinunteGreenDay.

Storie e immagini saranno utilizzate per un videoracconto  della giornata. Protagonisti sul campo, protagonisti sui social. “Tutti insieme puliamo il parco. Tutti insieme raccontiamolo!” La giornata nasce con il supporto dell’amministrazione comunale di Castelvetrano e della società Sager che forniranno mezzi di raccolta, guanti e sacchi; e in collaborazione con le associazioni.

Per le adesioni:Ufficio relazioni con il pubblico urp.parco.archeo.selinunte@regione.sicilia.it entro le 12 di venerdì 30 settembre.
In caso di pioggia, la giornata verrà spostata ad altra data.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
È indiziato di appartenere a Cosa nostra e in affari anche con la famiglia mafiosa di Castelvetrano
Il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17
Sul posto Vigili del fuoco, Protezione civile comunale e Forestale
L'Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana cofinanzia la produzione
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"
Grazie ai volontari, fino a settembre, dalle 18.30 alle 23.30
Incrementerà la portata d’acqua a disposizione della città di 15 litri al secondo
Le selezioni si svolgeranno martedì 18 giugno, dalle 15 alle 18.30

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Fu ucciso a Palermo in un agguato mafioso con il capitano D'Aleo e l’appuntato Bommarito
La storia del fisico italiano, inventore e padre delle comunicazioni, tra prosa teatrale, canti, musica e coreografie
Iniziativa di Renantis Sicilia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria
Appello intervenga presso il governo nazionale e la cabina di regia del Ministero della Coesione