Pantelleria, migrante sbarca con i suoi cinque cani

Dopo un periodo di osservazione dei veterinari dell'Asp saranno restituiti al proprietario

Ha lasciato il suo Paese alla ricerca di un destino migliore ma non ha voluto abbandonare i suoi cani: è accaduto a Pantelleria dove un migrante è arrivato insieme a cinque Chihuahua. Appena trasferito a Trapani, la Prefettura ha segnalato la presenza degli animali al Dipartimento di Prevenzione veterinaria dell’ASP Trapani.  

I veterinarisono intervenuti prendendoli in carico nell’ambulatorio veterinario della Cittadella della Salute dove resteranno in blocco sanitario per 10 giorni. I cani, non microchippati, al termine della “quarantena” effettueranno la titolazione per la rabbia per poi essere restituiti al proprietario.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Colpita con calci e pugni, minacciata con un coltello e un fucile da sub
È di 5,5 miliardi la copertura finanziaria per 580 interventi e di 1,3 miliardi il cofinanziamento per il Ponte sullo Stretto di Messina
La manifestazione si conferma capace di esplorare i temi più caldi e attuali della cultura pop e dell'intrattenimento
Ieri il collegamento in diretta con Roma per la Giornata Mondiale dei Bambini

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
"Per i lavori di urbanizzazione e delle opere fognarie attese ormai da più di trent’anni”
All'interpello può partecipare solo il personale ispettivo assunto prima del 31 dicembre 2023
"Abbiamo scelto di parlare con il linguaggio della verità, senza mettere la polvere sotto il tappeto"
Anche quest’anno si è avuta un’importante partecipazione di pubblico
Ciminnisi: «Luogo simbolico delle nostre battaglie e punto di riferimento per i cittadini»