Pallacanestro Trapani, coach Parente: “La squadra ha potenziale ma solo il lavoro porta a dei buoni risultati”

Una partita intensa che ha mostrato le fragilità di una squadra che in settimana ha lavorato più teoricamente che sul campo. I granata però ci hanno creduto e sono riusciti a dare tutto per la vittoria

Una gara combattuta, quattro quarti di gioco spettacolari e intensi: ieri la 2B Control ha vinto contro il Torino, chiudendo il match 70 a 66. Passando in vantaggio al terzo quarto i granata hanno aumentato ritmo e intensità portandosi a casa una partita memorabile.

“Una partita che ci aspettavamo molto complicata, oltre il valore indiscusso dell’avversario, che è una delle prime quattro squadra del campionato – commenta coach Parente -. Venivamo da una settimana complicata, direi che i ragazzi hanno applicato la teoria, provando poco praticamente sul campo. Abbiamo pagato, come nel caso di Piacenza, per il ritmo, che è difficile da mantenere. Chi è entrato dalla panchina ha mostrato la via ai primi cinque che sono entrati, soprattutto sul piano difensivo, come il lavoro di Biordi che poi è stato fatto anche da Childs. Dobbiamo migliorare su alcune scelte ed eliminare alcune piccole ingenuità”.

“Il gap più che tecnico era fisico, se avessimo accettato di giocare al loro ritmo a metà campo non ci sarebbe stata partita. A volte ti adatti a volte esasperi, con loro ha funzionato – continua il coach granata –  Nel primo quarto abbiamo accettato per 7 minuti il loro ritmo, cioè non prendendo rimbalzi, quando invece abbiamo iniziato a recuperare un po’ di palle vaganti magari in attacco abbiamo trovato canestri un po’ più semplici. Direi che il nostro attacco prende energia dalla nostra difesa. Childs sta pagando un po’ il fatto che siamo sotto ritmo, e non dipende da lui ci siamo allenati poco, per questo è un po’ meno brillante in attacco prendendo comunque 14 rimbalzi”.

“Secondo me questa squadra ha del potenziale ma tra infortuni, nazionali, non ci possiamo allenare tornando sempre al punto di partenza. Questa squadra ha bisogno di allenarsi e di scontrarsi con le difficoltà per arrivare la domenica preparati in questo momento non siamo capaci e se non ci alleniamo qualche giocatore lo paga – aggiunge Daniele Parente -. Sono contento per l’intensità, sono contento  che chi è venuto dalla panchina abbia aumentato il ritmo, tenendolo costante al 3 e 4 quarto. Abbiamo bisogno di pochi minuti alla massimo intensità. Solo il lavoro ti porta a fare delle cose buone e noi chiediamo solo di poter lavorare”.

Mentre, in merito alla conferma in squadra di Gabriele Romeo, Daniele Parente conclude: “Non so dirti se rimarrà o no, intanto però ci tengo a ringraziarlo perché è difficile trovare un giocatore che si mette a disposizione subito, faccio fatica a capire perché fosse senza squadra, ha portato entusiasmo, non si risparmia mai. Sicuramente ne parleremo ma non dipende soltanto da noi, il quadro è più complesso di ciò che sembra. La volontà di tenerlo c’è ma non è così semplice”.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Nell'ambito di un accordo stipulato dalla Regione Siciliana
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"