Palermo, corruzione per i lavori della nuova stazione marittima: due arresti

La Guardia di Finanza ha anche sequestrato 80 mila euro

Avrebbero preteso soldi dalle ditte sub-appaltatrici nell’ambito dei lavori di restyling della Stazione marittima al porto di Palermo. Con l’accusa di corruzione, i finanzieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito un’ordinanza con la quale il gip del capoluogo, su richiesta della Procura, ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti del direttore tecnico F.T., 37 anni di Canosa di Puglia (Bari), e del direttore di cantiere R.C., 68 anni, di una società di Roma aggiudicataria dell’appalto, e il sequestro preventivo di disponibilità finanziarie per un valore complessivo di 80 mila euro.

Le indagini sono scattate dopo la denuncia presentata dall’Autorità di sistema portuale del mare della Sicilia Occidentale dopo i segnalati ritardi nell’esecuzione e nella consegna del lavori. Ritardi che erano stati attribuiti a conflitti tra la società aggiudicataria e alcune ditte sub-appaltatrici per alcuni pagamenti differiti o mancati per i lavori eseguiti.

Nel corso delle investigazioni è emerso che il direttore tecnico e il direttore di cantiere avrebbero preteso, dai titolari di tre imprese sub-appaltatrici, il pagamento di somme di denaro “extra”, che arrivava fino al 30% del valore dei lavori affidati, minacciando che, in caso di rifiuto, sarebbe stata preclusa la prosecuzione delle attività. Alle minacce sarebbero poi seguite – secondo la ricostruzione degli inquirenti – pesanti ritorsioni, come controlli a sorpresa, il ritardo nel pagamento delle fatture fino ad arrivare alla mancata liquidazione di parte delle stesse. In un caso sarebbe stato accertato che il titolare di una delle imprese vessate, cedendo alle richieste estorsive, avrebbe corrisposto somme per complessivi 80.000 euro, di cui 45.000 in contanti e 35.000 tramite bonifici bancari, utilizzando causali fittizie, su un conto corrente intestato alla madre del direttore di cantiere.

Trapani: Comune “al verde” e il Verde piange [EDITORIALE]

Il privato interviene abusivamente, il pubblico piange miseria ed a farne le spese sono solo le piante inermi
Si tratta di una donna di origine venezuelana, rintracciata in un hotel a Mazara del Vallo
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola
Mentre si lavora per risolvere i guasti, installati due generatori mobili
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
Ottenuto un finanziamento di 30.000 per attività di controllo e prevenzione durante la stagione estiva
Arriva da svincolato e ha sottoscritto un contratto biennale
Iniziativa per la valorizzazione delle chiese appartenenti al Fondo Edifici per il Culto
Dal 14 al 30 luglio si terranno 10 diversi concerti, tutti con inizio alle 21:30 e a ingresso gratuito
La società mette a disposizione diversi alloggi nelle mete più ambite d'Italia

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il festival letterario che promuove le produzioni editoriali è giunto alla sua quarta edizione
Il restauro realizzato grazie alle somme del Fondo per l’edilizia di culto del Ministero dell’Interno
Il colonnello Roberto Nunziante succede a Michelangelo Genchi
Esibizioni del Coretto Informale e del duo pianistico Betz-Gervasi
Un viaggio affascinante tra le pieghe del noir mediterraneo, esplorando il legame tra parola scritta e immagine televisiva e cinematografica
Fuoco in un deposito di gomme e nel bosco Scorace