Palazzo della Vicaria, vicino l’affidamento alla cooperativa PFSS

L'ex Provincia ha ricevuto solo una offerta che è stata ammessa con riserva dalla commissione in attesa di effettuare le opportune verifiche

Manca sempre meno: dopo il via libera del Libero Consorzio Comunale alla concessione dell’immobile, è arrivata una offerta per l’affidamento dell’Ex carcere Vicaria.

L’unico ente a proporsi per la concessione, valevole 10 anni, è stata la Cooperativa PFSS di Trapani che ha, inoltre, accettato le condizioni poste dall’ex Provincia, cioè rendere fruibile alla collettività l’immobile, secondo le sue specifiche peculiarità artistiche e culturali, e quindi di mantenere la destinazione di parte del palazzo a sede museale e ad area espositiva come sede di manifestazioni a sfondo culturale. Nell’avviso pubblico, finalizzato all’acquisizione delle manifestazioni di interesse, si chiariva, invece, che sarebbe stato libero, anche a fini maggiormente remunerativi, l’uso della restante parte dell’immobile, nel caso si ottenessero le debite concessioni di variazione.

L’ex carcere Vicaria, conosciuto per la presenza di quattro figure in tufo dette “Telamoni”, che caratterizzano l’immobile, ha una superficie netta complessiva di 1.703,902 metri quadri ed è stato edificato nel 1820 sulle preesistenti proprietà della Compagnia di Gesù. Poi, fino al 1956 il palazzo fu destinato a stabilimento carcerario.

L’offerta della Cooperativa PFSS è stata ammessa con riserva dalla commissione esaminatrice – come riportato dal Giornale di Sicilia – composta dal presidente Andrea Oddo, componente Giacomo Palermo e segretario Bartolomeo Barraco, in attesa di effettuare le opportune verifiche. Una condizione non secondaria posta nell’avviso, che è stato diffuso anche attraverso gli Albo dei Comuni del territorio e la Gazzetta ufficiale della Regione, era quella del corrispettivo annuo di 85 mila euro circa da rideterminarsi, comunque, sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa tra quelle che si pensava potessero arrivare. A fronte di una sola offerta, pertanto, tra le questioni da rivedere c’è anche questa.

Nell’avviso, per ultimo, era specificato che sarebbero stare a carico del concessionario le spese di tutti gli interventi di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, di adeguamento; nel caso di interventi di miglioramento gli oneri saranno decurtati dal canone annuo con successiva acquisizione delle opere realizzate al patrimonio dell’Ente proprietario.

 

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola