PAESC, la I Commissione si confronta con i giovani di Trapani per il Futuro

La Commissione consiliare ha ricevuto relazioni e suggerimenti di modifiche al Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima

Si continua a lavorare sul PAESC, nonostante sia stato approvato la scorsa settimana dal Consiglio Comunale di Trapani. Continua, infatti, il lavoro della I Commissione consiliare per perfezione il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima, un documento programmatico che i Comuni europei si impegnano a redigere al fine di ridurre le proprie emissioni di CO2 del 40% entro il 2030.

La Commissione, presieduta da Massimo Toscano e composta dai consiglieri Grazia Spada, Giulia Passalacqua, Giuseppe Peralta, Claudio La Barbera e Giuseppe Lipari, ha ricevuto – nel corso delle settimane – associazioni giovanili come Trapani per il Futuro. A rivelarlo è stata la stessa associazione con un post nella loro pagina Facebook. “Dallo scorso anno – affermano i soci di Trapani per il Futuro – seguiamo e analizziamo la stesura del documento da parte dell’amministrazione trapanese. Mediante i progetti previsti, il Comune di Trapani spera di ridurre le proprie emissioni di CO2 del 43% entro il 2030. Questo è senza dubbio un ottimo punto di partenza, ma, nonostante ciò, riteniamo che alcuni aspetti necessitino di ulteriori approfondimenti e che ci siano i margini per puntare ad una percentuale di riduzione persino più elevata”.

Pur non essendo un atto vincolante, il PAESC delinea le strategie e le iniziative che l’ente locale intende mettere in campo per raggiungere questo traguardo. “Abbiamo consegnato alla prima commissione – aggiunge l’associazione trapanese – un documento prodotto con l’ausilio di esperti e consulenti che si sono resi disponibili a darci una mano, contenente tutta una serie di osservazioni e considerazioni sul PAESC, nonché alcune proposte aggiuntive da integrare eventualmente. I consiglieri presenti le hanno ritenute fondate e meritevoli di essere valutate in maniera opportuna. Per questo motivo, nelle prossime settimane riprenderemo la trattazione del PAESC insieme alla prima commissione. I rischi derivanti dai cambiamenti climatici non sono affatto uno scherzo e il tempo per prendere seri provvedimenti sta per scadere”. Un elogio arriva da Massimo Toscano. “Nonostante l’approvazione del PAESC abbiamo preso un impegno con Trapani per il Futuro per poterlo aggiornare e integrale con delle nuove azioni – dichiara il presidente della I Commissione -. Il prossimo 7 febbraio si svolgerà un nuovo incontro proprio per riprendere l’argomento. Trapani per il Futuro ha fornito una relazione con delle osservazioni che la Commissione condivide e che ha ritenuto di approfondire in presenza anche dei tecnici del Comune”.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
È indiziato di appartenere a Cosa nostra e in affari anche con la famiglia mafiosa di Castelvetrano
Il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17
Sul posto Vigili del fuoco, Protezione civile comunale e Forestale
L'Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana cofinanzia la produzione
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"
Grazie ai volontari, fino a settembre, dalle 18.30 alle 23.30
Incrementerà la portata d’acqua a disposizione della città di 15 litri al secondo
Le selezioni si svolgeranno martedì 18 giugno, dalle 15 alle 18.30

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Fu ucciso a Palermo in un agguato mafioso con il capitano D'Aleo e l’appuntato Bommarito
La storia del fisico italiano, inventore e padre delle comunicazioni, tra prosa teatrale, canti, musica e coreografie
Iniziativa di Renantis Sicilia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria
Appello intervenga presso il governo nazionale e la cabina di regia del Ministero della Coesione