Paceco, al posto della palazzina incompiuta accanto alla Biblioteca un parcheggio e Verde pubblico [AUDIO]

Il sindaco Giuseppe Scarcella spiega cosa prevede il progetto finanziato dalla Regione

A seguito della notizia, diffusa ieri dalla Regione Siciliana, dello stanziamento di oltre 500mila per l’abbattimento di un immobile mai ultimato vicino alla Biblioteca comunale di Paceco, abbiamo ascoltato il sindaco Giuseppe Scarcella.

“La palazzina mai ultimata non può essere recuperata, i lavori si sono fermati nel 1983 per problematiche riguardanti la ditta che si era aggiudicata l’appalto e, da allora, non si è riusciti a farli ripartire. I fondi stanziati dal governo Musumeci – spiega il primo cittadino – serviranno non solo per la demolizione ma anche per la redazione di un nuovo progetto – a cura del Genio civile di Trapani – che prevede la realizzazione di un parcheggio a servizio della Biblioteca, noi vorremo anche eseguire la piantumazione di verde pubblico”. Per ascoltare l’intervista al sindaco di Paceco schiaccia PLAY.

 

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi