Operazione “Scrigno”, in carcere un 50enne di Paceco

Condannato a tre anni di reclusione, deve ancora scontare 11 mesi in carcere

Arrestato, su ordine dell’Ufficio Esecuzioni Penali di Palermo, un 50enne di Paceco condannato per scambio elettorale politico-mafioso.

L’uomo, a seguito delle risultanze dell’oerazione “Scrigno”, condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Trapani e coordinata dalla DDA di Palermo, è stato condannato a tre anni di reclusione con l’interdizione dai pubblici uffici per anni anni e deve ancora scontare 11 mesi in carcere.
L’indagine – come si ricorderà – ha inflitto un duro colpo al mandamento mafioso di Trapani coinvolgendo 25 persone, per molte delle quali le sentenze di condanna per mafia sono passate in giudicato. In particolare, gli investigatori dell’Arma avevano fatto luce sui rapporti tra mafia e politica nel Trapanese, documentando la mobilitazione mafiosa, in occasione delle elezioni regionali dell’autunno 2017, per il procacciamento di voti a favore dei candidati “sponsorizzati” con l’attivazione della rete di contatti del circuito mafioso e l’acquisto di voti a seguito di accordi illeciti. L’odierno arrestato, figlio di un esponente di vertice della famiglia mafiosa, è stato condotto alla Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani.

Fileccia v/s Barbara, polemica a suon di “Pop Fest” [AUDIO e VIDEO]

Barbara "In estate tornerà la ruota panoramica", Fileccia "Se è così, la prossima festa di capodanno la organizzo io!"
Sono il 51enne Francesco Marchese, la 43enne Giuseppa Valentina Piccione e la 43enne Donatella Ingardia
Non metteva post pubblici, ma utilizzava molto la messaggistica privata
Sabato 28 e domenica 29 aprile nella piazza ex Mercato del pesce
"Su altre opere candidate dal Comune di Trapani si aprirà un tavolo di confronto con la governance della ZES"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Gli studenti di alcune scuole primarie parteciperanno ad una visita teatralizzata
Dopo la notifica della misura della custodia cautelare in carcere aveva accusato un malore