Operazione “Light Diesel”, sequestrati 18.000 litri di gasolio dalla Guardia di Finanza

Denunciati sette gestori di altrettanti impianti di distribuzione stradale

Nell’ambito del recente protocollo d’intesa siglato tra la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, è stata avviata una massiccia campagna di controlli volti al contrasto delle frodi nel settore delle accise e delle altre imposte indirette sulla produzione e sui consumi dei prodotti energetici che ha visto collaborare nei giorni scorsi, in stretta sinergia, funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Trapani, della Direzione Territoriale VII – Sicilia di ADM e militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trapani che con un consistente dispiegamento di mezzi e personale hanno potuto mappare la qualità dei prodotti energetici forniti agli automobilisti della provincia trapanese.

Tale operazione ha consentito di sottoporre a sequestro preventivo complessivamente circa 18.000 litri di gasolio rinvenuti presso sette impianti di distribuzione stradale i cui gestori sono stati deferiti, per competenza territoriale, alle Procure della Repubblica di Trapani e Marsala per l’ipotesi di reato di frode in commercio.

Nel dettaglio, i funzionari doganali con l’ausilio del Laboratorio chimico mobile in dotazione, unitamente ai finanzieri del Gruppo Trapani, della Compagnia Marsala e della Compagnia Alcamo hanno sottoposto a verifica circa il 40% degli impianti di distribuzione di carburante della provincia di Trapani, nonché depositi privati e autocisterne utilizzate per il trasporto di prodotti energetici presso gli impianti di distribuzione stradale, rinvenendo i predetti ingenti quantitativi di gasolio non a norma per basso punto di infiammabilità, pronto per essere fornito agli automobilisti.

Infatti, benché la norma tecnica UNI EN 590:2022 preveda un punto di infiammabilità del gasolio per autotrazione pari ad almeno 55 °C con la precipua finalità di minimizzare il rischio della formazione di miscele facilmente infiammabili, i chimici del Laboratorio mobile dell’ADM, nei sette casi sopracitati, hanno riscontrato punti di infiammabilità al di sotto di tale soglia e in alcune occasioni addirittura inferiori a 40 °C.

A tal proposito, la diminuzione di tale parametro, che nella pratica può avvenire per miscelazione abusiva del gasolio con sostanze estranee come solventi, carburanti avio, benzine e oli vegetali esausti, oltre ad arrecare danno alle casse erariali per mancata corresponsione delle imposte gravanti sui carburanti destinati all’uso autotrazione, crea delle condizioni di pericolosità connesse al loro impiego sia per gli utilizzatori finali che per gli stessi operatori del settore.

Tra l’altro, a beneficio degli utenti in totale buona fede si evidenzia che un carburante di scarsa qualità, pur non generando da subito anomalie di funzionamento delle autovetture, produce, nell’uso prolungato, effetti negativi sugli ingranaggi dei relativi motori, accrescendo le emissioni di gas di scarico oltre i normali limiti previsti dalle normative europee, a tutto danno, altresì, della salute pubblica e dell’ambiente.

Per di più, il cliente finale acquista inconsapevolmente tale prodotto a prezzo pieno, ovvero gravato da accise e IVA, in realtà non interamente versate allo Stato.

È proprio per tali ragioni e al fine di evitare che il suddetto reato venisse portato ad ulteriori conseguenze tramite l’erogazione e commercializzazione di siffatto prodotto, che i finanzieri e i funzionari doganali trapanesi hanno proceduto al sequestro d’iniziativa, successivamente convalidato dai rispettivi GIP presso i Tribunali della Repubblica di Trapani e Marsala.

L’attività riflette la stretta sinergia tra Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e Guardia di Finanza che continueranno a presidiare il territorio e a controllare la qualità dei carburanti, al fine di accertarne conformità e legittima provenienza, a tutela del consumatore e dell’Erario nonché dell’ambiente e della sicurezza della circolazione stradale.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Uno strumento per avvicinare il pubblico, specie quello giovanile, alla conoscenza del Museo
La società del presidente Valerio Antonini completerà l'impianto per renderlo fruibile
Tre giorni all'insegna della cultura del mar, della musica e della gastronomia
A Trapani confermato il già commissario straordinario Ferdinando Croce

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il duo, formato da Michele Simonte e Pietro Rizzo vanta collaborazioni con Djs nazionali e internazionali, recentemente con gli italiani più conosciuti al mondo i Meduza
La sindaca Daniela Toscano ribatte alle affermazioni del consigliere comunale Vincenzo Maltese
Lo scopo della promozione è raccogliere nuovi sguardi e riflessioni sulla vasta gamma di identità differenti e di possibili modi in cui le persone possono legittimamente esprimere il proprio genere
Si tratta di un servizio organizzato dal comitato locale della Croce Rossa per le persone che vorranno assistere alla processione del 21 giugno in Piazza Castello