“ONDE”, il nuovo singolo del rapper trapanese Lo Straniero che racconta la realtà dei migranti in Italia

Il brano racconta di un viaggio della fortuna, dove si scappa dalla fame, dalla guerra, dalla violenza, per mettersi su una barca nella speranza di una vita migliore, pur sapendo che potrebbe essere la fine

Il nuovo singolo del rapper siciliano Lo Straniero, “Onde”, è uscito martedì 6 aprile su Youtube. Classe ’93, Gaetano Napoli, nasce a Erice e si innamora della musica rap iniziando il suo percorso musicale a soli 12 anni. Insieme agli amici, anch’essi della scena rap, Alessandro Stabile e Alessandro Borghi fondano l’etichetta indipendente HomeMade Records.

Nel 2014 pubblica il primo album “Uomo mangia uomo”, dove si presenta sui palchi con uno stile tagliente e poetico. Si riconferma nell’ep “Anima” dalle note più introspettive. Pubblicherà successivamente il singolo “Tutto resta fuori” prodotto dal beatmaker romano Mr.Phil con gli scratch di DJ Snifta e l’EP “Sinapsi Vol.1”. Nel 2018 compare in “Back To The Rap” progetto discografico realizzato da Turi e disponibile in vinile per GoodyMusic con il brano “Normale”. Nel 2020 esce “Bene o male”, singolo prodotto assieme all’amico e produttore Micle-B che sulle note della black music alterna liriche genuine e sassofoni live

Oggi, Lo Straniero, ritorna con un brano legato alle tematiche sociali nato dall’esperienza personale che il rapper vive in Siria del Nord, dove con i propri occhi ha guardato la devastazione e gli effetti della guerra contro l’Isis, che spingono parte dei tantissimi migranti a fuggire verso l’Italia.

ONDE, prodotta da Try Harder, nasce proprio da questo: dall’inizio alla fine, Lo Straniero racconta senza filtro e con rime sempre autentiche, forti e sincere, la critica realtà dei migranti in Italia. Un viaggio della fortuna, dove si scappa dalla fame, dalla guerra, dalla violenza, per mettersi su una barca nella speranza di una vita migliore, pur sapendo che potrebbe essere la fine. “Il mare è più nero, la sabbia veleno, accoglie i suoi figli, ma senza veliero”.

ONDE è un mix tra racconto diretto e narrazione esterna della disperazione e delle sofferenze di chi non ha nulla, ritrovandosi in mezzo al mare senza nessuno aiuto. Chi riesce nell’impresa, comunque, incontra un altro tipo di mare: quello dell’odio, dello sfruttamento e delle difficoltà, fatto di xenofobia e indifferenza. Qui le ONDE assumono un doppio significato, trascinando a riva le storie di un destino che deve a tutti i costi
cambiare.

Il video è a cura di HomeMade Records, collettivo indipendente fondato dagli stessi Try Harder (Alessandro Stabile) e Lo Straniero, artisti trapanesi che condividono l’idea di fare musica libera senza nessun vincolo.

Guarda le foto direttamente dal videoclip ONDE:

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
L'episodio è avvenuto nella notte tra il 25 e il 26 giugno scorso
Lo hanno siglato il questore Giuseppe Peritore e la presidente Aurora Ranno
Dal 24 al 28 luglio in piazza ex Mercato del pesce
Sabato sera si è svolto il quarto appuntamento della rassegna concertistica, arricchito da aneddoti e racconti che hanno reso l'esperienza ancora più coinvolgente e apprezzata dagli spettatori
Al suo interno il pubblico troverà tutto ciò che di più rappresentativo la nostra amata Sicilia, e non solo, ha da offrire
Il Centro di Salute Mentale è una delle due strutture in Sicilia ad utilizzare il sistema Nesplora
"Con le mie ali, trovare sé stessi, cambiare il mondo" vuole essere un’indagine sui cambiamenti di prospettiva del mondo giovanile, sulle prove attraverso le quali ragazze e ragazzi divengono adulti

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano