giovedì, Febbraio 22, 2024

Ok il Natale, ma la Cassa Integrazione?

AVVISO: il blog vuole cercare di raggiungere una platea di utenti che normalmente non mastica il diritto del lavoro e, pertanto, è volutamente sintetico e cerca di usare una comunicazione semplice. Un occhio tecnico potrebbe trovare alcune imperfezioni, che sono però un costo necessario da sostenere per poter raggiungere una platea più ampia.

L’anno volge al termine, e tra feste blindate e autocertificazioni, cominciano a fare capolino i primi vaccini anticovid. Una sorta di primavera, come anche la narrazione del Governo vuol fare intendere, ma guardandosi indietro molte sono le macerie lasciate alle nostre spalle.

Una domanda non banale che mi pongo spesso è: in uno Stato senza welfare, come saremmo andati avanti? Diamo troppo spesso per scontato quello che abbiamo, ma traducendo in numeri, quest’anno, 6,7 milioni di lavoratori hanno avuto garantita una integrazione salariale attraverso la Cassa Integrazione. Il futuro ci dirà quanto peserà questo 2020 sulle pensioni degli under 40 e sulla possibilità di accesso al lavoro dei millenials, ma nel presente una risposta dello Stato c’è stata.

Altro quesito non banale che mi pongo spesso è: poteva essere gestito tutto in maniera più efficiente con pochi accorgimenti? Senza ombra di dubbio; un esempio è proprio la gestione dei pagamenti della Casa integrazione.

Intorno ai primi di ottobre mi ritrovai per caso ad assistere ad un dibattito televisivo in seconda serata in cui si discuteva di varie cose di diritto del lavoro legate al periodo pandemico, e fra queste ovviamente si parlava di Cassa Integrazione.

Uno stimato collega, Enzo De Fusco, affrontava la questione dei ritardi nei pagamenti, con numeri incredibili: 880.000 lavoratori non avevano ancora percepito le indennità di maggio, giugno e luglio.
Incuriosito, ho cercato di approfondire questi numeri, scoprendo che a fine settembre erano in totale ben 81.000 le domande giacenti, che sommate alle richieste di ottobre, 98.000, portano alla cifra di 179.000 pratiche da lavorare.

Una stima fornita dall’Istituto parlava allora di circa tre miliardi di ore di cassa integrazione richieste; numeri enormi per il personale Inps che deve valutare queste domande, generando inevitabilmente ritardi nei pagamenti.

A dicembre però la situazione è totalmente diversa. L’ultimo dato ufficiale è del 3 dicembre, giorno in cui si registra una quasi totalità dei pagamenti. Secondo l’Inps infatti il 99,5% delle domande è stato saldato.

Una grandissima accelerazione che tradotta in numeri significa 15.017.701 pagamenti su 15.098.773.

Non è chiaro come possa accadere che in pochi mesi si proceda alla quasi totalità dei pagamenti, eppure l’Istituto è stato messo in condizione di poter agire velocemente.

Evidentemente quando si vuole, si può…

“Il lavoro, spiegato bene” è il blog di Sergio Villabuona, consulente del lavoro ed euro-progettista. È possibile interagire con lui attraverso la sua pagina Facebook.

‘a Scurata d’Inverno a Marsala: in scena “La Grande Famille” [AUDIO]

Giacomo Frazzitta ci presenta la piece teatrale ispirata alla storia della famiglia Pellegrino, in scena al Teatro Sollima Sabato 24 e Domenica 25 febbraio 2024

Trapani, buona la seconda

Quattro gol contro il Fulgatore. L'analisi di Francesco Rinaudo
Questa la data del primo match point per i granata che coincide con lo scontro diretto
Avviato processo di digitalizzazione con nuovi servizi

Lucca Comics & Games: un luogo per il dialogo e le differenze

314.220 biglietti venduti, più di 700 espositori, centinaia di ospiti da tutto il mondo

L’esperta risponde: tutti i dubbi su gas e luce [Parte 5]

In settimana i lettori di Trapanisi.it hanno inviato alla nostra esperta alcune domande
All'evento ha partecipato anche la docente referente del liceo dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma, Monica Fulloni
L'assessore regionale Sammartino: «Presto il bando per i danni da peronospora»
"È fondamentale promuovere l'importanza dello sport paralimpico e combattere discriminazioni e stereotipi" ha affermato la neo delegata
Lo spettacolo di giovedì sarà ricco di battute, sketch e riflessioni

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

“Dottore, ho l’ansia sociale? Perché non riesco a parlare in pubblico o a dire...

Torna il blog Tienilo inMente del dottor Giuseppe Scuderi, psicologo clinico e digitale

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Non siamo quelli contrari allo sviluppo economico della città, né coloro a cui fare lezioncine di morale e politica"
Il corso di laurea verrà presentato nell’ambito della presentazione dell’Osservatorio sulla burocrazia, che si terrà il prossimo 4 marzo a Palermo
Il comico palermitano torna in scena con il suo nuovo spettacolo
"Questa vittoria rappresenta un simbolo di unità e coesione per la nostra comunità"
È allarme per gli effetti negativi dell'uso sconsiderato di smartphone, videogiochi e altri dispositivi digitali da parte di bambini e adolescenti

Torna la musica dance nelle classifiche: il fenomeno Kungs

Un nuovo post su Freedom, il blog di DJ Vince

Breve guida al Green Pass sui luoghi di lavoro dopo la fine dello stato...

Termina lo stato di emergenza, quali cambiamenti sono previsti? Torna "Il lavoro, spiegato bene", il blog del consulente del lavoro ed euro-progettista Sergio Villabuona

Mangiar sano

Torna "Punto Salute News", il blog del dottor Andrea Re