Neurocovid: gli effetti sul cervello del Covid-19

Torna "Punto Salute News", il blog del dottor Andrea Re

Amici è da tanto che non scrivo qualcosa oggi parlerò di un argomento ancora poco noto il “Neurocovid”.Ebbene si, il Covid-19 può attaccare anche il nostro cervello!

Il cervello è sicuramente l’organo più importante del sistema nervoso e sicuramente l’organo più complesso del nostro corpo. Il cervello è la struttura che ci consente di “vedere e percepire” il mondo intorno a noi, ci consente di pensare e di parlare.

Quindi il Covid-19, oltre ai sintomi psicosensoriali, come la perdita dell’olfatto e del gusto, può dare attaccando il cervello: apatia, fatica mentale e fisica, depressione e pensieri ossessivi. Questi sintomi sembrerebbero causati dall’infiammazione del cervello e purtroppo rispondono poco alla sola psicoterapia, a cui spesso sono indirizzati questi malati, se non associata a cure finalizzate a correggere lo stato infiammatorio.

Quindi, oggi, per questi pazienti si è indirizzati a utilizzare farmaci chiamati inibitori della ricaptazione della serotonina che hanno anche un effetto antinfiammatorio.

Anche il bupropione, farmaco solitamente utilizzato nella disassuefazione da fumo, nella terapia dell’obesità, o come antidepressivo è stato utilizzato nella cura del “Neurocovid” e si è visto che diminuisce l’astenia, la debolezza generale di natura psichica, perché capace di modulazione la risposta infiammatoria.

Quindi se conoscete qualcuno che ha superato la malattia polmonare da Covid ma manifesta intensa astenia o i sintomi suddetti consigliategli di rivolgersi a uno specialista che saprà alleviare i sintomi e personalizzare la cura.

Sono 107.636 i morti da Covid-19 in Italia dall’inizio della pandemia a marzo 2021. Vorrei sapere se a queste persone fosse stata data la possibilità di vaccinarsi, secondo voi, cosa avrebbero scelto?

È vero che alcune persone nel mondo sono decedute “dopo” aver ricevuto la dose di vaccino anti-Covid-19, ma il problema non è se sono morte dopo il vaccino anti-Covid 19, ma “perché” hanno praticato il vaccino e questo aspetto è stato completamente chiarito dalla Agenzia Europea del Farmaco che il 18 marzo 2021 al termine di un’attenta e rigorosa analisi dei casi, ha fatto sapere che non c’è nessuna correlazione tra chi ha ricevuto il vaccino anti-Covid-19 prodotto da Astrazeneca e le morti sospette per trombosi.

Ribadiamo un concetto fondamentale: “I vaccini sono un gesto di amore per i propri figli e per i più deboli”. Affrettiamoci a vaccinarci tutti, vaccinarsi significa amarsi… Perché noi, purtroppo, ci amiamo sempre troppo poco e troppo tardi!

Così potremmo tornare a godere insieme, senza distanziamento e senza mascherine, di tutte quelle cose, anche inanimate, le montagne, le strade, il mare che vanno vissute insieme. Solo in questa maniera ci potremmo riappropriare appieno della felicità di stare insieme!

Se abbiamo pazienza, a breve, torneremo, tra i rumori della folla, brinderemo di nuovo insieme a Capodanno nelle piazze e saremo di nuovo felici di stare insieme! Vaccinarsi significa accendere una speranza!

Segue il link di una mia cugina, Madeline Ryan, siciliana che vive in California che a 100 anni ha deciso di sottoporsi al vaccino anti-Covid-19 per tornare nella sua meravigliosa Sicilia, quando la pandemia sarà finita per riscoprire le sue radici!
https://abc7.com/covid-19-spanish-flu-vs-1918-death-rate

Punto Salute News è il blog del dottor Andrea Re. È possibile interagire con lui attraverso la sua pagina Facebook.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La storica Biblioteca diventa interattiva e accessibile a tutti grazie all'introduzione di tecnologie digitali all'avanguardia
"Un anno fa l'annuncio del ripristino delle risorse finanziarie e della necessità di avviare una nuova procedura di gara,, ma nulla si è mosso"
Il militare si trovava, libero dal servizio, in un centro commerciale a Milazzo, nel Messinese
Lo dispone, per oggi, un provvedimento della Polizia Municipale
Promosso dalla coop sociale Badia Grande in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato
Il 10 ottobre scorso il Consiglio comunale aveva deciso il conferimento accogliendo la proposta della Giunta
Presentato progetto per l'installazione di ulteriori telecamere per la sorveglianza del territorio
È la seconda unità del genere della Compagnia di navigazione
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività