Multato dai Carabinieri, straccia il verbale, insulta i militari e fugge: 17enne denunciato per resistenza e oltraggio

Il ragazzo, residente a Marsala, era stato trovato senza giustificato motivo a San Vito Lo Capo

I Carabinieri della Stazione di San Vito Lo Capo hanno denunciato un diciassettenne originario di Marsala per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale.

Il giovane è stato sorpreso nella località balneare, a suo dire per far visita ad un caro amico, in violazione della attuali restrizioni anti Covid. I militari, dopo averlo identificato, lo hanno sanzionato amministrativamente. Il minorenne è andato su tutte le furie e, nonostante gli fosse stato spiegato nei particolari il motivo della sanzione, ha stracciato il verbale in mille pezzi e ha spintonato i militari insultandoli e dandosi alla fuga a piedi.

Dopo un breve inseguimento è stato bloccato e quindi stato riaffidato ai genitori: più che della denuncia al Tribunale dei minori, il ragazzo è apparso preoccupato per l’intervento dei familiari.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi