Molestie e minacce nei confronti della ex, divieto di avvicinamento per un 36enne

Il provvedimento è stato eseguito dai Carabinieri

Divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa con applicazione del braccialetto elettronico, che consente di monitorare eventuali violazioni, per un 36enne accusato di condotte persecutorie nei confronti della ex fidanzata.

La misura, emessa dal gip del Tribunale di Trapani, è stata resa possibile grazie alle indagini dei Carabinieri della Compagnia di Trapani avviate dopo la denuncia presentata dalla donna.
Ai militari dell’Arma ha raccontato di essere destinataria, da tempo, di minacce e continue telefonate moleste da parte del suo ex, tali da farla temere per la sua incolumità.