Misteri di Trapani, al via il 19 febbraio le “scinnute”: potranno essere seguite sul web

Le limitazioni per il contenimento del covid-19 si riflettono anche sul programma delle “scinnute” dei Sacri Gruppi

Le limitazioni che l’attuale normativa prevede per il contenimento del covid-19 si riflettono anche sul programma delle “scinnute” dei Sacri Gruppi che compongono l’antica processione dei Misteri di Trapani. Non sarà, infatti, possibile assistervi sul posto ma sarà, comunque, possibile per i fedeli di vivere intensamente la preparazione alla Settimana Santa che, per i Trapanesi, è inscindibile dalla contemplazione dei gruppi statuari affidati da secoli alle maestranze cittadine.

Il rettore della chiesa delle Anime Sante del Purgatorio, don Alberto Genovese, dopo una concertazione con i capiconsoli, il Consiglio di amministrazione dell’Unione delle Maestranze e le Autorità di pubblica sicurezza, ha stilato un programma che prevede un percorso quaresimale che avrà come protagonisti tutti i Gruppi dei Misteri che compongono un originale e intenso racconto della passione e morte di Gesù.

Dal primo venerdì di quaresima – cioè dal prossimo 19 febbraio – e fino alla vigilia della Settimana Santa, a porte chiuse ma in diretta Facebook sarà possibile vivere e partecipare alle “scinnute” di tutti i gruppi dei Misteri e non solo per quella giornata. Ad ogni “scinnuta”, a partire dalle ore 19, il gruppo scelto sarà collocato davanti all’altare principale della chiesa dove, dopo un intervento musicale, una breve scheda storico-artistica a cura della professoressa Lina Novara ne racconterà origine, valore artistico e cuoriosità .
Seguiranno il commento spirituale a cura di don Genovese, un’altra esecuzione musicale e la preghiera curata e animata dai Ceti. Gli spostamenti dei Gruppi saranno accompagnati dalle musiche tradizionali.

L’ingresso nella chiesa del Purgatorio sarà contingentato e, ad ogni “scinnuta” potranno partecipare fino ad un massimo di 50 persone autorizzate dal Ceto che cura il Sacro Gruppo che effettua la “scinnuta”. Sarà possibile seguire ogni appuntamento su Facebook dalla pagina dell’Unione Maestranze Trapani. Gli ultimi sabati di Quaresima saranno, invece, dedicati alle Madonne con la recita del rosario meditato.

“Anche quest’anno, nonostante le limitazioni per l’emergenza sanitaria, con l’aiuto dei social, tutta la città potrà vivere una forte partecipazione e contemplazione dei gruppi della nostra processione – dice il vescovo Pietro Maria Fragnelli. Questo tempo così particolare ci consente un approccio che possiamo dire ‘personalizzato’ ai gruppi sacri, seguendo il racconto di San Marco che conduce non solo le folle ma ogni singola persona all’incontro con Gesù, dando voce, a metà Vangelo, all’apostolo Pietro e, alla fine, al centurione romano che riconosce che Cristo è davvero Figlio Di Dio. L’augurio è che questo sguardo personalizzato possa davvero condurre ciascuno di noi alla sorgente e all’anima della processione dei Misteri di Trapani”.

Di seguito il calendario delle “scinnute”: venerdì 19 febbraio
La Separazione – Ceto degli Orefici; lunedì 22 febbraio La Lavanda dei Piedi – Ceto dei Pescatori; martedì 23 febbraio Gesù nell’orto del Getsemani – Ceto degli Ortolani; mercoledì 24 febbraio L’Arresto – Ceto dei Metallurgici; venerdì 26 febbraio La caduta al Cedron – Ceto degli Naviganti; lunedì 1 marzo Gesù dinanzi ad Hanna – Ceto dei Fruttivendoli; martedì 2 marzo La negazione – Ceto dei Barbieri e Parrucchieri; mercoledì 3 marzo Gesù dinanzi ad Erode – Ceto dei Pescivendoli; venerdì 5 marzo La flagellazione – Ceto dei Muratori e Scalpellini; lunedì 8 marzo La coronazione di spine – Ceto dei Fornai; martedì 9 marzo Ecce Homo – Ceto dei Calzolai e Calzaturieri; mercoledì 10 marzo La sentenza – Ceto dei Macellai; venerdì 12 marzo L’Ascesa al calvario – Popolo.

Sabato 13 marzo Madre Pietà dei Massari – Ceto dei massari; lunedì 15 marzo La spogliazione – Ceto dei Tessili e Abbigliamento; artedì 16 marzo La sollevazione della croce – Ceto dei Falegnami, Carpentieri e Mobilieri; mercoledì 17 marzo La ferita al costato – Ceto dei pittori e decoratori; sabato 20 marzo Madre Pietà del Popolo – Ceto Fruttivendoli; lunedì 22 marzo La deposizione – Ceto dei Sarti e Tappezzieri; mercoledì 24 marzo Il trasporto al sepolcro – Ceto dei Salinai; venerdì 26 marzo Gesù nell’urna – Ceto dei Pastai; sabato 27 marzo Maria SS. Addolorata – Ceto degli Autisti, Albergatori, Baristi, Camerieri, Cuochi, Dolcieri, Tassisti.

Giornata contro l’omotransfobia, il corteo a Trapani

Iniziativa di Arcigay Trapani Shorùq
Il vicesindaco Tumbarello: “Situazione sbloccata. Collaudo di alcuni tratti e operatività della condotta entro giugno”
In Sicilia è almeno il triplo rispetto a quello di altre parti d’Italia
Cerimonia in piazza Falcone Borsellino con il coinvolgimento degli studenti

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Il deputato regionale sulla decisione della Regione che ha accolto la richiesta dell’amministrazione comunale
Rubati un tablet, un televisore e una macchinetta del caffe
I dati illustrati in un incontro promosso dall'amministrazione comunale di Erice