Misiliscemi, il movimento Cives propone il “lutto cittadino” a Trapani

Lutto cittadino per Misiliscemi. Questa la provocatoria proposta del movimento Cives dopo l’approvazione all’Ars della costituzione del nuovo Comune che accorpa otto frazioni di Trapani.

Per Cives “è morta la politica. É morta una fetta di storia della città. Non esiste più una spiaggia cittadina, ci siamo staccati ancor di più dall’aeroporto, mancheranno all’appello oltre 7.000 concittadini. Trapani fanalino di coda, con Misiliscemi registra una sconfitta politico-amministrativa nel silenzio colpevole della politica”.

“Ognuno, per la propria parte – si legge nella nota diffusa alla stampa – dovrà assumersi le responsabilità, nessuno escluso, tutti i cittadini Trapanesi ma anche i Misilesi che hanno sempre votato ed eletto i loro rappresentanti”.

Il movimento individua i maggiori responsabili “nei consiglieri comunali che, nel 2015, votarono a favore della scissione”. Cives lancia un progetto: la creazione di un “Grande Comune” che unisca Trapani, Erice, Valderice e Paceco.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi