Migranti, super green pass e trasferimenti fuori dalla Sicilia impossibili, la denuncia di “Italia Celere”

Le recenti misure introdotte con la necessità del green pass rafforzato nel trasporto pubblico hanno un impatto non solo sui cittadini privi della certificazione verde (derivante solo da vaccinazione completa o guarigione da Covid) che vedono, di fatto, limitati i propri spostamenti (fino al caso “limite” di chi non può attraversare lo Stretto tra Sicilia e Calabria) ma anche nella gestione dei migranti che arrivano nella nostra Isola, sia con mezzi propri sia a bordo delle navi delle ong che li soccorrono nel Mediterraneo.

L’allarme arriva dalla Segreteria provinciale di Trapani di “Italia Celere”, sindacato della Polizia di Stato. In una recente nota si denuncia la situazione venutasi a creare: “Né il Governo né il Ministro dell’Interno – si legge – hanno valutato l’esigenza di inserire deroghe per quanto riguarda gli spostamenti degli stranieri sbarcati in Sicilia o trattenuti nei due CPR presenti sull’Isola, Trapani e Caltanissetta”.

Secondo quanto denuncia il sindacato, al momento da queste strutture non sarebbe possibile “eseguire i rimpatri, ad esclusione dei voli charter organizzati dal Ministero dell’Interno in virtù di accordi bilaterali con alcuni Stati (Tunisia, Egitto, Nigeria e Georgia)”.

Gli stranieri, essendo sprovvisti di green pass rafforzato, non possono essere imbarcati – come in precedenza – su voli e navi di linea per essere condotti nel loro Paese di origine e non è neppure possibile fargli attraversare sui traghetti lo Stretto di Messina per essere trasferiti nei Centri per richiedenti asilo. “Materialmente – scrive il segretario provinciale Alberto Lieggio – chi sbarca in Sicilia resta bloccato sull’Isola”.

Nel frattempo – prosegue l’esponente sindacale – il numero.dei soggetti che, durante la quarantena anti Covid sulle navi, presenta la richiesta di protezione internazionale “sta stranamente aumentando vertiginosamente, a causa di un’informativa in materia fornita in maniera pilotata, raggiungendo la quasi totalità. Nessuno – prosegue la nota di Italia Celere – si è preso la briga di indagare su come, e da chi, vengano trasmessi i nominativi degli ospiti presenti sulle navi quarantena ai vari avvocati e alle varie associazioni pro immigrazione (LasciateCIEntrare in primis), alimentando un colladauto business”.

Queste circostanze starebbero “portando velocemente al collasso – conclude il sindacalista della Polizia di Stato – le strutture di accoglienza dell’Isola, nel totale disinteresse delle Istituzioni governative nazionali e regionali”.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La storica Biblioteca diventa interattiva e accessibile a tutti grazie all'introduzione di tecnologie digitali all'avanguardia
"Un anno fa l'annuncio del ripristino delle risorse finanziarie e della necessità di avviare una nuova procedura di gara, ma nulla si è mosso"
Nella zona nord riguarda le utenze private mentre nella zona sud le utenze commerciali
Il militare si trovava, libero dal servizio, in un centro commerciale a Milazzo, nel Messinese
La cerimonia di professione solenne il 28 giugno alle 17 nella chiesa di Santa Maria di Gesù
Promosso dalla coop sociale Badia Grande in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il 10 ottobre scorso il Consiglio comunale aveva deciso il conferimento accogliendo la proposta della Giunta
Presentato progetto per l'installazione di ulteriori telecamere per la sorveglianza del territorio
È la seconda unità del genere della Compagnia di navigazione
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia