lunedì, Marzo 4, 2024

Mazara del Vallo, lavori al cimitero comunale

Mini rivoluzione: saranno liberati oltre 750 loculi occupati da più di cinquant'anni e si lavora alla costruzione di altri 710

La città di Mazara del Vallo sta prendendo importanti misure per porre fine alla carenza di loculi al cimitero comunale. I lavori di estumulazione dei reparti 16, 17, 25, 26 e 28 sono in corso o imminenti, liberando oltre 750 loculi occupati da più di cinquant’anni. Le salme verranno trasferite in cassette individuali e collocate in un’area apposita. Inoltre, l’amministrazione comunale sta pianificando la realizzazione di 710 nuovi loculi nei reparti 2 e 6. I lavori inizieranno presto e si prevede che terminino entro 6 mesi. Gli uffici cimiteriali sono a disposizione per qualsiasi informazione e ci sono ancora loculi disponibili in quarte e quinte file.

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
Andrà alla prestigiosa internazionale grazie al suo Freestyle nel Livello A Senior
La pronuncia del giudice di pace di Trapani sull'episodio dello scorso 15 giugno,
Più di 45 atleti provenienti da tutta la Sicilia hanno partecipato al raduno della Federazione Italiana Rugby che si è svolto a Trapani
Decisiva la difesa dei granata: partita combattuta con Piacenza che vende cara la pelle
L'assessore regionale Turano: «Combattiamo la dispersione con l'offerta culturale»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
L'installazione delle attrezzature è stata finanziata al Comune di Petrosino con fondi del PNRR
Conclusa l'udienza preliminare al Tribunale di Trapani
Agricoltori e associazioni chiedono che non si sversi più acqua dell'invaso a causa della mancata manutenzione