Mazara del Vallo: giunta azzerata e deleghe redistribuite, nominati due nuovi assessori

"Il cambio in giunta con le nuove deleghe è finalizzato alla necessità di affidarsi a nuove professionalità per accelerare su alcuni aspetti dell’azione amministrativa e nuovi obiettivi a beneficio della comunità"

Aria di cambiamenti a Mazara del Vallo. Il sindaco Salvatore Quinci ha infatti azzerato la giunta, nominato due nuovi assessori e redistribuito le deleghe.

“Il cambio in giunta con le nuove deleghe è finalizzato alla necessità di affidarsi a nuove professionalità per accelerare su alcuni aspetti dell’azione amministrativa e nuovi obiettivi a beneficio della comunità. Si tratta di un provvedimento – dichiara Quinci – che non ha nulla a che vedere con l’impegno e la competenza, ben nota a tutti, spesa in questi anni da entrambi gli assessori uscenti a favore della città. Ringrazio i compagni di viaggio Abbagnato e Reina per aver contribuito con grande spirito di servizio e ottime capacità ad anni di buona amministrazione”.

I posti lasciati vacanti saranno occupati dai nuovi assessori Teresa Diadema e Francesco Di Liberti.

“I due neo assessori – conclude il sindaco di Mazara del Vallo – riusciranno ad abbracciare appieno lo spirito di squadra che ha fortemente contraddistinto fino ad oggi il nostro modo di amministrare la città. In entrambi i casi competenze già dimostrate ed entusiasmo per il nuovo percorso contribuiranno a rendere ancora più incisiva la nostra azione di governo”

Questi i componenti della nuova Giunta Quinci:

– Gioacchino Emmola, nato a Mazara del Vallo il 31/08/1955, delega all’Ambiente e al Patrimonio;

– Vito Torrente, nato a Mazara del Vallo il 01/12/1958, delega ai Lavori Pubblici e Servizi alla città, Urbanistica ed Infrastrutture;

– Francesco Di Liberti, nato a Mazara del Vallo il 19/06/1969, delega Bilancio, Tributi, Rapporto con il Consiglio Comunale;

– Vito Billardello, nato a Mazara del Vallo il 06/11/1970, delega al Welfare, Sport, Pubblica Istruzione;

– Matteo Bommarito, nato a Mazara del Vallo il 12/01/1974 delega ai Servizi Cimiteriali e Demografici , Polizia Municipale e Viabilità, Attività Produttive e Servizi alle Imprese;

– Teresa Diadema, nata a Mazara del Vallo il 07/10/1973 delega Agricoltura, Arredo Urbano e Verde Pubblico, Sostenibilità Ambientale ed Energie Rinnovabili;

– Casale Gianfranco, nato a Mazara del Vallo il 28/06/1982, delega alle Politiche Giovanili, Partecipazione e Coesione Sociale, Innovazione, Smart City e Benessere degli animali;

Il sindaco trattiene a se le deleghe in materia di Personale, Pesca e Politiche Comunitarie, Turismo Cultura ed Eventi e conferma la precedente nomina del vice sindaco al Dott. Vito Billardello.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Per discutere iniziative utili ad evitare che la struttura venga realizzata nel territorio trapanese
Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Diffuso il programma di eventi delle tre giornate
Autrice del libro "La maga e il velo. Incantesimi, riti e poteri del mondo magico eoliano"
"Impensabile un’inversione di tendenza senza aumento dei trasferimenti ordinari"
"La memoria di Giovanni Falcone deve far parte della vita quotidiana di ogni siciliano"
Iniziativa dello Sportello per l'internazionalizzazione delle imprese della Regione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
I militari sono stati allertati dall’allarme del braccialetto elettronico
Organizzato da Giovani Imprenditori Cna Sicilia in collaborazione con Cna Trapani
Per attivare percorsi formativi su libertà fondamentali, diritti e doveri costituzionali ed educare alla cittadinanza attiva