Mazara, ampliamento progetto accoglienza minori stranieri non accompagnati

La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata per le ore 13:00 del 7 marzo 2022. L'ampliamento consentirà l'accoglienza di 20 minori non accompagnati e 10 neo maggiorenni

Pubblicato nel portale TuttoGare del Comune di Mazara del Vallo l’avviso di procedura aperta di selezione del soggetto attuatore per la prosecuzione delle azioni per l’accoglienza di minori stranieri non accompagnati che prevede un ampliamento del progetto “Sai/Msna” a 30 soggetti, di cui 20 minori stranieri non accompagnati e 10 migranti neo maggiorenni, tutti di sesso maschile.

L’accesso al Sistema oggi è riservato ai titolari di protezione internazionale e a tutti i minori stranieri non accompagnati. La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata per le ore 13 del prossimo 7 marzo. La gara si svolgerà esclusivamente sulla piattaforma telematica TuttoGare, il costo dell’appalto, per l’intera durata contrattuale (dal 01/09/2021 al 30/06/2023) è quantificato in Euro 1.849.346,78, corrispondente alla quota di finanziamento concessa dal Ministero dell’Interno sul Fondo Nazionale, con esclusione delle voci relative al Revisore dei conti indipendente (12mila 500 euro) ed ai Contributi per Affido familiare (30mila euro). Tuttavia poiché il finanziamento era originariamente previsto per il periodo primo settembre 2021–30 giugno 2023 e considerando che sarà attuato dopo il termine delle procedure di gara, sarà calcolato dall’avvio formale del servizio fino al 30 giugno 2023.

Il soggetto attuatore dovrà avere, entro la data di presentazione dell’offerta, la disponibilità, derivante da accordo scritto/contratto, di strutture residenziali e/o di civili abitazioni da adibire all’ospitalità dei beneficiari del progetto che si trovino nel territorio di Mazara del Vallo e che abbiano anche i seguenti requisiti: siano idonee ai fini dell’attuazione dei servizi di accoglienza integrata; siano pienamente e immediatamente fruibili e conformi alle vigenti normative comunitarie, nazionali e regionali in materia residenziale, sanitaria, di sicurezza, antincendio e infortunistica; siano predisposte e organizzate in relazione alle esigenze dei beneficiari, tenendo conto delle caratteristiche delle persone da accogliere; siano adeguate, in relazione al rapporto superficie-soggetti accolti, alla capacità abitativa stabilita dalla normativa locale, regionale o nazionale; siano trovino in luoghi adeguatamente serviti dal trasporto pubblico.
Per tutte le ulteriori informazioni è possibile consultare: TuttoGare.