Marsala: uso di pesticidi, il sindaco Grillo chiede la collaborazione delle aziende agricole

In assenza di comportamenti sostenibili, si potrebbe addirittura giungere ad un divieto di spandimento di concimi chimici, fertilizzanti o pesticidi

Il progressivo aumento dell’utilizzo di pesticidi in agricoltura sta aggravando l’impoverimento delle falde acquifere, che vengono sempre di più contaminate dai composti chimici utilizzati.

Per questo motivo, il sindaco di Marsala Massimo Grillo invita gli agricoltori ad una maggiore attenzione riguardo il loro utilizzo in modo da non contaminare le acque del sottosuolo che si vanno a riversare poi nei pozzi a cui attinge il Comune.

“Il progressivo impoverimento delle falde acquifere si aggrava ulteriormente in presenza di contaminazioni causate da pesticidi e concimi chimici usati in agricoltura – afferma il sindaco Massimo Grillo -. In via preventiva, controlli sono in corso anche da parte degli Organi sanitari regionali, ma intanto faccio appello alle Aziende agricole – soprattutto a quelle in prossimità dei pozzi comunali – affinché collaborino alla protezione delle falde sotterranee con comportamenti virtuosi, contribuendo così a non compromettere la qualità dell’acqua erogata alla cittadinanza”.

Da una serie di controlli periodici sono venute alla luce anche diverse criticità sulla qualità delle acque.

“Da qui, la necessità di insistere anche sul fronte della prevenzione – sottolinea l’assessore Ivan Gerardi – facendo appello alla sensibilità degli agricoltori, soprattutto di quelle imprese agricole i cui terreni si trovano nei pressi dei bacini di alimentazione delle falde acquifere”.

La loro protezione, in pratica, passa anche da un moderato uso di nitrati provenienti da fonti agricole; dal rispetto del “Codice di Buona Pratica Agricola” per l’utilizzo dei prodotti fitosanitari; dalla progressiva riduzione di composti azotati per il suolo.

In assenza di tali comportamenti sostenibili, si potrebbe addirittura giungere ad un divieto di spandimento di concimi chimici, fertilizzanti o pesticidi, laddove l’impiego di tali sostanze non sia conforme ad uno specifico piano di utilizzo fissato dalle norme in materia.

L’Amministrazione comunale, in particolare, fa riferimento a quelle zone dichiarate “vulnerabili ai nitrati” dove la Regione ha attivato programmi di protezione sulla base della relativa normativa europea, meglio nota come “direttiva nitrati”.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica