Marsala: pubblicati gli avvisi per l’obbligo di allaccio alla rete fognaria

Sono due gli Avvisi Pubblici con i quali il settore comunale ai Lavori Pubblici ha reso noto l'obbligo di allacciarsi alla nuova rete fognaria realizzata sia in periferia che nella zona lidi del versante sud

Crescono a Marsala le zone urbane ed extraurbane servite dalla rete fognaria.

Da ultimo, i lavori sono stati completati sia in periferia che nella zona lidi-sud, consentendo così l’allacciamento alla pubblica fognatura. Un servizio, questo, che rientra a pieno titolo nell’obiettivo di rendere la città sempre più moderna e funzionale, grazie anche alla priorità che l’Amministrazione comunale continua a dare all’economia circolare che ha nel riutilizzo delle acque reflue – dopo i trattamenti di depurazione – il suo tratto più significativo.

“Non c’è dubbio – afferma il sindaco Massimo Grillo – che l’ampliamento della rete fognaria nel territorio e i conseguenti allacciamenti degli scarichi hanno positive ricadute sotto molteplici aspetti, a cominciare da quello igienico-sanitario per finire a quello ambientale. Non è solo questione di adeguarsi agli standard europei quanto di senso civico, di elevare la qualità della nostra vita. Dopo alcuni comprensibili disagi causati dalla complessità dell’opera, mi auguro che si colgano i benefici ed invito i cittadini interessati ad attivarsi subito, seguendo la procedura indicata dagli Uffici”.

Sono due gli Avvisi Pubblici con i quali il settore comunale ai Lavori Pubblici ha reso noto l’obbligo di allacciarsi alla nuova rete fognaria realizzata sia in periferia che nella zona lidi del versante sud. Sono tenuti ad allacciarsi alla pubblica rete fognaria tutti i titolari di scarichi di acque reflue, qualora il tracciato minimo tecnicamente fattibile dal confine di proprietà sia ad una distanza non superiore a m 100 dalla rete fognaria.

Per quanto riguarda la rete fognaria della periferia urbana, sono interessati i cittadini che risiedono nelle vie Colajanni, Trapani, Vita (Area Artigianale), Favara, Tunisi, Regione Siciliana, Catalfo, Mazara ed aree limitrofe alle suddette strade.

Occorre presentare la domanda di allaccio e la documentazione tecnica richiesta, così come indica l’Avviso pubblicato online alla pagina istituzionale https://www.comune.marsala.tp.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/32372. Identica procedura dovranno seguire i residenti lungo i lidi del versante sud del territorio, con avviso, schema-domanda e planimetria online alla pagina https://www.comune.marsala.tp.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/32373. L’Amministrazione comunale evidenzia che gli allacciamenti alla rete fognaria devono essere effettuati entro un anno, a decorrere dalla pubblicazione degli Avvisi (lo scorso 15 giugno).

Altro che sindaco o assessore, a Trapani decidono i topi [AUDIO]

Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Con Ornella Fulco parliamo del primo appuntamento della rassegna letteraria di questa sera, giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice
Nascondeva una pistola d avrebbe messo a disposizione del boss un garage trasformato in appartamentino
Si tratta del terzo spettacolo in cartellone e si terrà al Salotto Culturale Insonnia il 24 luglio
L'autrice firmerà il suo libro “Granita e baguette”, nuovo “capitolo” della saga delle Signore di Monte Pepe
Lo scrittore trapanese torna a trattare in chiave romanzata lo scottante tema della violenza sulle donne
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»