Marsala, oltre 5 milioni di euro dal Pnrr per la nuova scuola di via Istria

Marsala è l'unico comune del trapanese ad avere attinto al finanziamento

“Un finanziamento che consentirà di restituire alla comunità una nuova scuola nel quartiere popolare, ridando decoro a quell’area da decenni occupata da immobili vandalizzati. Un investimento che, assieme ad una moderna opera, sicura e funzionale, include anche occupazione e nuovi servizi. Enormi, infine, i benefici per l’Istituto Mario Nuccio – cui la scuola appartiene – che incrementerà le sue dotazioni impiantistiche e tecnologiche”.

Lo afferma il sindaco Massimo Grillo appresa – stamani – la notizia della concessione del finanziamento di oltre 5 milioni di euro, a valere sui fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), per ricostruire la nuova scuola nel quartiere popolare di via Istria, a Marsala. Un risultato che è anche frutto di un lavoro propedeutico con il dirigente scolastico Francesco Marchese, nonché con il consigliere comunale Michele Accardi che, quale componente della Commissione Edilizia scolastica, ha seguito il progetto sin dalle prime battute. Complessivamente, sono 195 i nuovi edifici scolastici che beneficiano dei fondi nazionali (800 milioni di euro), di cui 14 in Sicilia.

Marsala è l’unico comune del trapanese ad avere attinto al finanziamento. L’obiettivo è quello di realizzare una scuola innovativa dal punto di vista architettonico, ambientale e strutturale, altamente sostenibile e con il massimo dell’efficienza energetica, raggiungendo gli obiettivi nazionali della transizione ecologica. La scuola sarà inoltre inclusiva e in grado di garantire una didattica basata su metodologie innovative, con una piena fruibilità degli ambienti didattici. In pratica, l’area diverrà un vero e proprio campus scolastico, in grado di rigenerare l’intero quartiere. Sarà lo stesso Ministero dell’Istruzione a bandire un concorso di progettazione per le nuove scuole. Nell’ex Scuola elementare e materna “G. Cosentino” saranno realizzate 15 aule e uno spazio comune per la scuola d’infanzia (circa 300 alunni), un’Aula Magna, locali Mensa, aule Didattica di sostegno, Laboratorio informatico, linguistico e artistico, locali per personale e docenti.

L’ex Scuola elementare e materna “G. Cosentino”, destinataria dei fondi del PNRR, è stata realizzata nei primi anni ’70 e sorge su un’area di circa 6 mila mq. La sua chiusura ha comportato l’appesantimento del limitrofo plesso centrale – il Comprensivo M. Nuccio – con la necessità di dovere reperire aule. Ciò ha comportato, di fatto, un’occupazione quasi totale degli spazi, privando l’istituto di servizi che – seppur accessori – erano necessari a garantire la completezza delle dotazioni scolastiche.

Prosegue a Paceco la rassegna estiva “A Macaràro” [AUDIO]

Ne parliamo con Giovanna Scarcella, la curatrice dell'evento
Sul posto Forestale, Vigili del fuoco, elicotteri e Canadair
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Intervista a Paolo Salerno, l'organizzatore della rassegna che da 16 anni propone i gusti dal mondo
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica
L'artista di Brolo ha incantato il pubblico con un mix di suoni, spaziando dal jazz al folk