domenica, Marzo 3, 2024

Marsala: nuove misure per l’occupazione del suolo pubblico

La giunta Grillo ha deliberato nuovi ampliamenti per agevolare le attività commerciali e proroga l'esonero TOSAP fino al prossimo dicembre

Nuove misure che agevolino gli esercizi commerciali di Marsala che occupano o chiedono autorizzazione a occupare aree e spazi pubblici per svolgere attività di ristorazione o vendita. Questo è quanto deliberato dalla Giunta Grillo al fine di favorire il distanziamento interpersonale reso obbligatorio dall’emergenza sanitaria.

In pratica, l’Amministrazione comunale ha condiviso e fatta propria un’apposita richiesta inoltrata dal presidente del Consiglio comunale Enzo Sturiano e dal consigliere Nicola Fici: “Grazie a una proficua collaborazione, abbiamo concepito tale iniziativa per consentire alle attività commerciali di ripartire a seguito del duro periodo di chiusura affrontato durante gli scorsi mesi di pandemia. La possibilità per i commercianti di ottenere la concessione di aree maggiormente ampie di suolo pubblico è una delle principali misure di sostegno alle attività marsalesi, che potrà consentire un incremento dell’economia locale”.

“Il nostro progetto-ripartenza coinvolge la comunità in tutte le sue declinazioni e non può prescindere dal dare la giusta attenzione al tessuto produttivo cittadino. Assieme ad altre categorie sociali e fasce deboli della popolazione – afferma il sindaco Massimo Grillo -, le attività commerciali sono state infatti messe a dura prova dalla prolungata emergenza sanitaria e, per esse, siamo già intervenuti tramite il Regolamento Beni Comuni”.

“Ora – aggiunge l’assessore al turismo Oreste Alagna – le misure adottate, oltre ad essere economicamente vantaggiose, vogliono al contempo stimolare gli operatori commerciali ad essere protagonisti della ripartenza in questo particolare periodo post-covid”.

Ecco le misure decise dal primo cittadino: intanto, è stato prorogato fino al prossimo 31 dicembre l’esonero dal pagamento della tassa per l’occupazione di spazi pubblici (TOSAP). Importante, poi, lo snellimento burocratico delle concessioni di suolo pubblico. Infatti, costituendo una priorità il distanziamento interpersonale, l’installazione di tavoli, pedane, arredi e dehors in genere è subordinata ad una procedura semplificata e senza l’applicazione dell’imposta di bollo, consentendo l’occupazione di due stalli se lo spazio ricade sulle strisce blu. Buone notizie anche per le nuove richieste di spazi pubblici presentate da titolari di ristoranti, bar, pub (e tutti gli esercizi di somministrazione bevande e alimenti): l’autorizzazione ad occupare superficie esterna può arrivare anche al 200% di quella interna (comunque non superiore a 100 metri quadri); mentre per le richieste di ampliamento di suolo pubblico già concesso, si potrà autorizzare fino al 200% della superficie già in godimento.

Novità assoluta, infine, la possibilità di fruire di spazi pubblici, comprese aree a verde, in prossimità dell’esercizio commerciale che non ha disponibilità di suolo pubblico nell’area del punto vendita. Entro la distanza di 50 metri, si può proporre all’Amministrazione un progetto speciale per l’utilizzo dello spazio richiesto.

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
Decisiva la difesa dei granata: partita combattuta con Piacenza che vende cara la pelle
L'assessore regionale Turano: «Combattiamo la dispersione con l'offerta culturale»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Si completa così l'ultimo step dettato dal protocollo d’intesa tra Assessorato regionale della Salute e sindacati
Si attende adesso il parere dei Revisori per l'approvazione in Consiglio Comunale
Di Dia e Falco: “Chiederemo incontro al nuovo commissario per l’emergenza siccità Cartabellotta”
Dal prossimo 6 marzo in via Vittorio Alfieri, 9 il primo mercoledì di ogni mese dalle 16 alle 18