Marsala: l’Istituto “S. Pellegrino” inaugura l’aula “Museo della Memoria” dedicata ad Anna Frank

Si tratta di un progetto ideato dall’insegnante Manuela La Torre e realizzato grazie alla collaborazione di tutte le docenti e soprattutto di tutti gli alunni del plesso “A. Gabelli” che si trova in contrada Ss. Filippo e Giacomo

Studio, ricerche, creazioni, letture, storie di vita vera per far sì che la memoria non rimanga legata al passato, ma divenga viva e sia fatta da chi c’è ora, nel presente, e che, arricchito da quanto appreso, possa diventare costruttore di un futuro migliore, animato dai principi di libertà e giustizia.

È stata inaugurata ieri l’aula “Museo della Memoria”: una grande classe che ora accoglie un vero percorso conoscitivo con l’intento di insegnare a chi ne fruisce cosa accadde durante la deportazione degli ebrei per mano nazifascista. Si tratta di un progetto ideato dall’insegnante Manuela La Torre e realizzato grazie alla collaborazione di tutte le docenti e soprattutto di tutti gli alunni del plesso “A. Gabelli” che si trova in contrada Ss. Filippo e Giacomo.

A rendere ancora più prezioso il percorso, il fatto che gli studenti non sono soltanto gli allestitori del museo, ma anche i ciceroni che hanno illustrato ai presenti il significato degli oggetti esposti. Una vera macchina del tempo che riporta chi entra in quel tempo affinché la memoria divenga un antidoto al male. Ma il museo accoglie anche riferimenti alla questione israelo-palestinese e uno spazio dedicato alla fantasia dove poter sognare guardando le stelle. In una delle pareti campeggia il ritratto di Anna Frank realizzato dall’insegnante Vita Chirco. È a lei che l’aula museo è stata dedicata.

Ad aprire l’inaugurazione sono state le responsabili di plesso Angela Safina e Giuseppina Raineri, poi a spiegare il progetto è stata l’ideatrice Manuela La Torre, poi la parola è passata al direttore dei servizi amministrativi Vito Rallo, che ha parlato dell’importanza di creare spazi per i valori di umanità. Alla cerimonia ha partecipato anche il parroco don Giuseppe Sammartano che ha rivolto un plauso all’iniziativa e parlato di fratellanza e accoglienza, secondo gli insegnamenti di Gesù Cristo.

La dirigente Nicoletta Drago ha sottolineato la valenza dell’iniziativa che rende la scuola viva e proiettata verso la creazione di occasioni non solo di crescita e socialità, ma che di riflessione e consapevolezza e soprattutto di continua ricerca della verità. A chiudere gli interventi è stata la vicesindaca Valentina Piraino, che insieme alla dirigente e ad un’alunna della classe terza ha tagliato il nastro.

“Vi ringrazio molto dell’invito – ha detto la vicesindaca –. Questo museo immortala quello che è accaduto e ci insegna con quale prospettiva vanno intese le differenze. C’è stato un tempo in cui sono diventate strumento di deportazione, tortura, sofferenze, ma invece le differenze sono ricchezze che ci devono unire. Siamo tutti diversi e per questo ogni incontro è un arricchimento”.

Sarà possibile visitare l’aula dal lunedì al venerdì, dalle 09.00 alle 12.30, e il lunedì pomeriggio dalle 15.30 alle 16.30.

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
Siciliano, lascia la guida della Questura di Imperia
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
L'indagine riguarda un intero nucleo familiare, radicato nel quartiere San Giuliano
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino