Marsala, inaugurato il cantiere dei lavori per il waterfront

Riguardano il tratto del lungomare da dopo porticciolo turistico fino a quello prima dei frangiflutti

Inaugurato stamattina a Marsala il cantiere dei lavori del waterfront 1 della città che saranno eseguiti dalla ditta marsalese Catalano. Prendono così il via le opere che – insieme a quelle previste dal waterfront 2 – consentiranno di riqualificare il tratto di costa che va dalle cantine Florio a poco dopo le cantine Rallo.

“Ringraziamo per la sua presenza a Marsala l’assessore Aricò – commenta il sindaco Massimo Grillo – . È un’opera assai importante quella che abbiamo avviato oggi perché ci consente di rimodulare e rendere più sicuro e funzionale un tratto del lungomare molto frequentato e transitato dai marsalesi e anche dai turisti. Entro il 2024, grazie ai diversi progetti finanziati con il PNRR che prevedono la riqualificazione del Parco della Salinella, la riqualificazione tra la zona porto e le vie Verdi e Loi, la realizzazione della nuova pista ciclabile urbana, la pedonalizzazione di piazza Mameli, contiamo di cambiare volto a questa zona della città secondo una visione strategica che comprenderà tutta la costa e vedrà la creazione, presso il Monumento dei Mille, di uno degli Hub turistici più importanti della Sicilia occidentale”.

Due i momenti dell’iniziativa. Il primo a Palazzo Municipale, dove è stato presentato il progetto nei particolari, presenti anche diversi operatori portuali. Poi il trasferimento nell’area di fronte allo storico stabilimento Florio per l’inaugurazione del cantiere e l’avvio dei lavori.

“Sono felice di essere oggi a Marsala – ha dichiarato l’Assessore regionale Alessandro Aricò – per inaugurare questa opera che servirà tantissimo alla città di Marsala, città che riteniamo strategica nella visione regionale e che desideriamo far ritornare a essere una delle porte (come accadeva nell’antichità) della Sicilia. Proprio per questo puntiamo sulla creazione di un vero e proprio “sistema aeroportuale” che veda gli aeroporti di Punta Raisi e Birgi interagire secondo una visione unitaria in modo da incentivare ancor più lo sviluppo turistico del nostro territorio”.

Del porto ha parlato il dirigente del Genio Civile Giuseppe Marino che ha precisato di avere avviato lo studio di fattibilità tecnico-economica. Entro un mese sarà assegnato l’incarico ad una ditta specializzata ed entro ulteriori statuto mesi dovrebbe essere redatto il progetto.

Il progetto del Waterfront 1 – che ha ottenuto un finanziamento regionale di un milione e 200 mila euro – prevede la riqualificazione urbanistica ed ambientale dell’area di colmata adiacente al porto di Marsala estesa quasi 12mila metri quadrati, estendendosi dal tratto del lungomare subito dopo il porticciolo turistico fino ad arrivare a quello immediatamente precedente la zona dei frangiflutti.

Dalla relazione tecnica del progettista incaricato, l’architetto Pietro Di Maria, si evince che le opere previste riguardano due aspetti. Il primo è quello della messa in sicurezza della sede viaria, attualmente soggetta a smottamenti e cedimenti a causa delle forti mareggiate, con gravi ripercussioni sul fronte della viabilità e della sicurezza dei cittadini. I lavori, pertanto, porteranno alla costruzione di una scogliera-mantellata di protezione.
L’altro intervento programmato è il restauro degli antichi moli “Florio” e “Ingham”, davanti agli omonimi bagli. Entrambi versano in pessimo stato di conservazione, con una manutenzione completamente assente negli anni. Il progetto interverrà sia per proteggere sia rendere fruibili i moli e per valorizzarli tenuto conto del loro legame alla storia della città di Marsala. A tal fine, come richiesto dalla stessa Soprintendenza del Mare, l’Amministrazione comunale ha previsto le somme per effettuare prospezioni archeologiche e saggi subacquei in tutta l’area oggetto dei lavori.

Il progetto waterfront 2 – che gode di un finanziamento di 2 milioni e 900 mila euro del Ministero delle Infrastrutture con compartecipazione di 1 milione di euro da parte del Comune, prevede la creazione di un parco con aree a verde e altre infrastrutture con diversi servizi su un’area di 12mila metri quadrati.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Iniziativa di McDonald’s con il Comune di Trapani, Gruppo Scout Trapani 1 e Accademia Trapani
Nel tratto che attraversa la frazione di Purgatorio
SI è concluso l'apposito corso di formazione attivato dalla Protezione civile regionale con altri Enti
Prevista l'organizzazione di incontri con cadenza periodica alla Torre di Ligny
La strada provinciale Valderice - Erice, parte del tracciato di gara, fino al bivio di Martogna, sarà chiusa al traffico dalle 7:30 alle 15:30

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Gli eventi prenderanno il via il 10 luglio e si concluderanno il 28 agosto, tutti con inizio alle ore 21:30
Ventuno milioni per le famiglie siciliane per gli affitti del 2022
Intervento sostitutivo necessario e obbligatorio da parte della Regione
Letture ad alta voce e laboratori in biblioteca a partire dal 17 giugno
Con effetto immediato e fino al prossimo 31 dicembre
"I disagi e il clima di tensione che si vive in azienda sono peggiorati e i lavoratori sono stanchi e disillusi”